9500 Pec gratuite per gli iscritti di Opi Firenze-Pistoia

L’attivazione è già disponibile ed è a carico dell’Ordine degli infermieri di Firenze e Pistoia Firenze, 26 settembre 2020 – È possibile attivare gratuitamente la casella…

L’attivazione è già disponibile ed è a carico dell’Ordine degli infermieri di Firenze e Pistoia

Firenze, 26 settembre 2020 – È possibile attivare gratuitamente la casella PEC per tutti gli iscritti all’Ordine interprovinciale delle professioni infermieristiche Firenze-Pistoia.

A farsi carico della spesa è stato l’Ordine stesso con l’obbiettivo di facilitare chi dovesse ancora mettersi in regola o chi sostiene si fosse già adeguato ma con una formula a pagamento.

La decisione è stata presa dal Consiglio di Opi Firenze-Pistoia; anche alla luce del Decreto legge 76 del 16 luglio 2020 (“Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale”).

Per il Decreto legge i professionisti, inclusi gli infermieri e infermieri pediatrici; che non comunicano il proprio domicilio digitale (Pec) all’albo o elenco a cui sono iscritti, rischiano la sospensione fino alla comunicazione della posta certificata.


«Come avevamo già anticipato a fine agosto, abbiamo evitato che i nostri iscritti affrontassero un ulteriore spesa a loro carico – commenta Danilo Massai, presidente di Opi Firenze-Pistoia -.

Acquistare un pacchetto di 9500 Pec è stata una decisione importante, che ha comportato un attento esame del bilancio per recuperare l’intera somma di denaro (si aggira intorno ai 40 mila euro)».

Per farlo è necessario accedere all’area riservata dell’iscritto al seguente indirizzo.


Una volta che sono state inserite le credenziali valide sarà possibile iniziare la procedura di attivazione della PEC; attraverso il menù in alto in cui è presente la voce “Attivazione PEC”.

L’USERNAME da inserire corrisponde al codice fiscale. Se non si è in possesso delle credenziali d’accesso è possibile effettuare la registrazione cliccando sul pulsante “Registrati”; nel caso in cui si sia dimenticata la password d’accesso è possibile richiedere il reset cliccando sul pulsante “Password dimenticata”.

Cliccando sul pulsante “Attivazione PEC” l’iscritto verrà indirizzato ad una pagina dove è necessario inserire il nome casella es. nome.cogmome; e tutti i dati necessari per procedere all’attivazione. Per completare la procedura è necessario allegare copia del documento di identità in formato PDF.

Dopo aver compilato tutti i dati della maschera e aver spuntato il flag “Accetta la privacy”; si potrà procedere con l’inoltro della richiesta cliccando sul pulsante “Submit”. L’inserimento del numero di cellulare è obbligatorio preceduto dal prefisso +39 come da indicazione.

Un indirizzo mail valido è obbligatorio al fine della corrispondenza con il fornitore dei servizi per la prima attivazione e per eventuali reset password successivi. Successivamente all’indirizzo indicato si riceverà una mail con i link di completamento della procedura.

Per eventuali problemi di attivazione rivolgersi al fornitore dei servizi PEC Hosting Solution al numero 05530312626.

Redazione NurseTimes

Ultimi articoli pubblicati

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

FIALS, indicazioni in tema di obblighi vaccinali per gli operatori sanitari

Pubblichiamo la nota FIALS Puglia in riferimento alle ultime “Indicazioni in tema di obblighi vaccinali…

6 ore ago

SIMG su Covid19 – Medici di famiglia al servizio del Paese.

Cricelli: “Prevale forte il nostro senso del dovere, ma nessun medico di medicina generale sia…

6 ore ago

Quarantena è part-time per medici e infermieri in Lombardia

Per i professionisti della sanità in Lombardia la quarantena è part-time o "a scacchiera". In…

6 ore ago

I Supereroi lasciamoli ai cartoni animati

"Oggi dopo 11 anni di professione ho scelto di lavorare al reparto Covid dell'ospedale San…

6 ore ago

FIALS, la mobilità è un diritto

Pubblichiamo la nota di FIALS Puglia riguardante la graduatoria relativa alla procedura aggregata regionale di…

7 ore ago

“Io, Covid positivo, speriamo che me la cavo”

Riceviamo e pubblichiamo le riflessioni di Antonio Savino, dottore in Scienze infermieristiche dell'Aorn Caserta -…

11 ore ago