Non coglie di sorpresa il personale sanitario dell’IRCCS “Saverio De Bellis” di Castellana Grotte, che ha stimolato l’iniziativa attuata dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bari di chiedere un’accurata verifica sui titoli presentati e detenuti dal Dott. Di Paola Roberto, attuale Direttore Sanitario, iscritto in prima domanda, tra gli idonei all’Albo regionale dei Direttori Sanitari (Determinazione del Dirigente della Sezione “strategie e Governo dell’offerta” della regione puglia n. 91/17 (pubblicata sul BURP n. 54 dell’anno 2017).

L’OPI di Bari, attraverso la nota in copia (VEDI), muove la sua richiesta di chiarimenti, deducendo che il dott. Di Paola Roberto, risultato idoneo alla nomina di Direttore Sanitario dalla regione Puglia, sia nelle Aziende ed Enti sia negli IRCCS e Aziende Ospedaliero – Universitarie del Servizio Sanitario Regionale non disponeva, all’atto della sua iscrizione, dei requisiti professionali e di legge necessari per partecipare all’avviso.

La deduzione cui perviene l’OPI è conseguenza della “ingannevole” e “forviante” dichiarazione che rende nel suo curriculum il Dott. Di Paola – asserisce e vanta la sua maturata e professionale esperienza di Direzione della U.O. Unità di Controllo della AOU Policlinico di Bari –  per effetto di una delibera attuata dagli “amici” della Direzione Strategica del Policlinico di Bari che disponeva di fatto, la trasformazione dell’inquadramento giuridico da Tecnico Universitario a Medico Universitario in convenzione con assegnazione dello stesso alla U.O. di allergologia ed immunologia clinica, (non poteva essere altrimenti per effetto della convenzione che regola i rapporti tra l’UNIBA e l’AOU Policlinico)    

Al dott. Di Paola Roberto la delibera (n. 967 dell’8/07/2009 a firma Dattoli Vitangelo dell’AOU Policlinico di Bari),  richiedeva, nella parte residuale del lavoro istituzionale per il quale lo stesso veniva retribuito, di dedicare parte dell’orario di lavoro nel ruolo precedente di Tecnico Universitario in convenzione, componente della struttura U.O. Controllo di Gestione

Una semplice lettura (non serve una laurea) delle delibere che l’OPI ha esibito a corredo della sua richiesta, e precisamente la n. 967/09 e la n. 648 del 2001, deduce inequivocabilmente e con facilità, che il dott. Di Paola Roberto, nella dichiarazione che ha reso alla regione con il suo curriculum, ha preso molta comodità e furbizia.

Del resto non c’e traccia alcuna nell’Albo Pretorio dell’A.O.U Policlinico di provvedimenti/atti/documenti predisposti o attuati dal Dott. Di Paola nella sua magnificenza di Direttore dell’U.O. Unità Controllo di Gestione del Policlinico di Bari; non vi è traccia della “qualificata attività di DIREZIONE tecnico-sanitaria” .. della gestione delle risorse umane !? (quali?) … della gestione delle risorse finanziarie (quali?) come intesa dal Bando regionale di ammissione all’Albo di DS.

E’ arcinoto a tutti che con il termine DIREZIONE TECNICO SANITARIA AZIENDALE in ordine ai requisiti cui al DPR 484/1997 si intende aver … diretto e assunto la responsabilità di direzione dei servizi sanitari ai fini organizzativi fornendo parere obbligatorio al Direttore Generale sugli atti relativi alla direzione, disponendo altresì di un “regolare inquadramento contrattuale nel ruolo e nella responsabilità di competenza.

Non sarà difficile, per il Direttore del Dipartimento Salute della Puglia, dott. Vito Montanaro, come ha dichiarato alla Gazzetta del Mezzogiorno, che ha ripreso la notizia alla vigilia di ferragosto, effettuare tutte le verifiche del caso e dedurre la revoca dell’inserimento del dott. Di Paola Roberto nell’Albo dei Direttori Sanitari..

Il Dott. Di Paola, intervenuto sull’articolo prodotto dalla Gazzetta del Mezzogiorno ha precisato che:

  • Per quanto riguarda i requisiti di direttore di presidio (che da titolo ad essere iscritto come DS anche per gli IRCCS e Policlinico Universitari) c’è un’ordinanza del giudice del lavoro del 2015 che si esprime sul punto in maniera tombale e definitiva.
  • Per quanto riguarda la Direzione della Unità Controllo di Gestione egli dichiara che – c’è una conciliazione sottoscritta con il Commissario del Policlinico ­(Ruscitti)  che mi riconosce il ruolo di responsabile facente funzione per il periodo che va dal 2009 al 2015
  • L’Unità Controllo di Gestione non è una struttura amministrativa, sostenendo che nel 2008 il Policlinico ha stabilito che l’unità può essere diretta da un dirigente medico o un dirigente amministrativo .

Orbene, in sintesi la carriera che inizia a farsi leggere in chiaro, del Dott. Di Paola Roberto :

  • Anno 1998 –  Tecnico Universitario dell’UNIBA Facoltà di Medicina e Chirurgia assegnato presso la U.O. di Allergologia della AOU Policlinico di Bari;
  • Anno 2001 – Tecnico Universitario dell’UNIBA Facoltà di Medicina e Chirurgia assegnato con delibera n. 648 del 2001 (D.G. Pompeo Traversi) alla U.O. Controllo di Gestione in qualità di componente tecnico.
  • Anno 2009 – 2014 da Tecnico Universitario a Medico Universitario dell’UNIBA assegnato in qualità di medico universitario in “equipe” di livello 4 e peso 1 alla U.O.C di allergologia ed immunologia clinica diretta dal Prof. Vacca Angelo e alla continuità del ruolo di componente nella U.O.C Unità Controllo Di Gestione cui alla delibera 648 del 2001.
  • Anno 2015 a tutt’oggi, dirigente medico presso l’Unità di Statistica ed Epidemiologia dell’AOU “Consorziale” Policlinico di Bari.
  • Anno 2018 in aspettativa da dirigente medico dell’AOU “Consorziale” Policlinico di Bari per nomina a Direttore Sanitario dell’IRCCS “S.De Bellis”.

Note:

  • Anno 2015,  con sentenza n. 5205 del 4.2.2015 il Tribunale di Bari – sezione lavoro,  il dott.  Di Paola propone ricorso per contrastare la sua esclusione dalla procedura selettiva bandita dalla AOU Policlinico, per accedere alla direzione della U.O.C. di Statistica ed Epidemiologia, disposta a suo carico per insufficienza dell’anzianità di servizio. Il Giudice del lavoro in accoglimento del ricorso dispone … omissis.. sussistono seri e circostanziati elementi per ritenere sussistente il predetto requisito di anzianità … omissis .. ammettendo il dott. Di Paola alla procedura di cui all’avviso pubblico per accedere alla direzione della U.O.C. di Statistica ed Epidemiologia. Un’estensiva, “meravigliosa” e in fantasiosa  applicazione del dispositivo, porta a … definire un accordo transattivo sottoscritto il 04/11/2015  e ripreso nella delibera n.1930/2015 che impegna l’AOU Policlinico di Bari a :
  • Effettuare, per effetto e in esecuzione di predetto atto di transazione, la ricostruzione economica della posizione del ridetto dott. Di Paola – ai sensi di quanto sancito dal DPR n. 761/79 fino al 31.12.2008, nonché con l’applicazione del decreto legislativo n. 517/99 a far data dall’1.1.2009 – ed a versare allo stesso, per il tramite della parte datoriale università, le relative differenze retributive. Il tutto con decorrenza 1.1.2004 ai fini giuridici e dall’1.1.2005 ai fini economici …
  • ..omissis..

In sostanza la sentenza cui fa riferimento il Dott. Di Paola nella Sua replica alla Gazzetta del Mezzogiorno e il contestuale atto di transazione citato,  non giustificano e neppure regolarizzano la posizione del dott. Di Paola nel detenere i requisiti di legge per il ruolo di DS.

Riguardo alla “conciliazione” che il Di Paola avrebbe sottoscritto  con il Commissario del Policlinico ­ che mi riconosce il ruolo di responsabile facente funzione per il periodo che va dal 2009 al 2015, nonostante una impegnativa ricerca, non abbiamo trovato traccia della stessa.

Ovviamente, a prescindere da ciò che rileveremo dai contenuti della conciliazione che avrebbe sottoscritto il dott. Di Paola con il “Commissario” del Policlinico,anche questa redazione giornalistica chiede al Direttore del Dipartimento Salute della Puglia e al Presidente nonché assessore alle Politiche della salute della Puglia di chiarire la posizione del Dott. Di Paola  rispetto al possesso dei requisiti di legge che gli hanno consentito di risultare idonea al ruolo di Direttore Sanitario di un Ente IRCCS.

Abbiamo tanto altro materiale da esporre sulla questione, in particolare le descrizioni delle contestate attività di trasferimenti che ci pervengono a cura di Infermieri e tanto altro ancora dal canale UNIBA.

A presto.

Redazione NurseTimes

Allegati

Nota Opi Bari

Delibera A.U. Policlinico di Bari n. 967/09

Delibera A.U. Policlinico di Bari n. 648 del 2001

Articoli correlati

Replica dell’IRCCS “de Bellis” in Puglia: Legittimo il metodo del sorteggio per conferire agli Infermieri “compiti referenziali” (sic!)

L’IRCCS “de Bellis” in Puglia, fermo all’anno ’94 sul profilo degli Infermieri

Nomina del Coordinatore Infermieristico all’IRCCS “De Bellis” in Puglia. Il DG Stallone “Figura referenziale” (sic)

Infermieri coordinatori in Puglia, il caso dell’IRCCS “De Bellis”. AADI “Nomina Clientelare”

La nomina degli infermieri coordinatori in Puglia: il caso dell’IRCCS “De Bellis” di Castellana Grotte

Riceviamo e pubblichiamo: esercizio del diritto di replica in relazione agli articoli aventi ad oggetto l’operato amministrativo dell’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico “Saverio de Bellis”