L’International Council of Nursing ha invitato i capi di Stato a sostenere concretamente la nostra comunità, riconoscendone l’importanza.

In occasione dell’Anno internazionale dell’infermiere l’ICN (International Council of Nursing) ha invitato i capi di Stato mondiali ad appoggiare le attività di celebrazione, promuovendo azioni concrete a sostegno della comunità mondiale infermieristica. Ai governi di tutto il globo è stato chiesto di riconoscere il lavoro essenziale degli infermieri, citando questa tematica anche nei messaggi di inizio anno alla nazione. La richiesta è quella di mostrare il concreto impegno delle vari Paesi nella promozione delle attività infermieristiche avanzate come chiave per il raggiungimento della salute universale. In queste settimane ICN ha lanciato nei suoi siti web il materiale illustrativo per la campagna. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha infatti designato il 2020 come l’anno degli infermieri, una celebrazione mondiale intesa a promuovere il profilo della professione e attirare le nuove generazioni a far parte attiva della comunità infermieristica. La lettera indirizzata ai Capi di Stato ha evidenziato il contributo unico e prezioso che gli infermieri danno al sistema salute mondiale e la seria minaccia rappresentata dalla carenza di personale infermieristico al raggiungimento dello stato di salute universale. L’Organizzazione delle Nazioni Unite promuove il concetto di copertura assistenziale universale come diritto dell’uomo irrinunciabile, che deve essere garantito a tutte le persone, indipendentemente dalla loro età, provenienza e stato sociale. Nella lettera inviata da ICN si evidenzia che: – gli infermieri del mondo lavorano duramente per promuovere la dichiarazione di copertura assistenziale universale, ma si ritrovano ostacolati da carenza di personale, inadeguata educazione e scarse risorse; – gli infermieri sono il primo punto di riferimento per la promozione della copertura universale di assistenza perché spesso sono il primo punto di contatto agli accessi alle cure; – giorno dopo giorno gli infermieri si prendono cura delle persone e dei loro famigliari come nessun altro professionista sanitario riesce a fare. Potranno continuare così solo se presenti in numero sufficiente, se sono supportati adeguatamente nel loro lavoro quotidiano e se sono remunerati in maniera appropriata per il loro indispensabile contributo alla società. Dal primo gennaio le attività programmate da ICN prevederanno: – il lancio di una competizione fotografica a testimonianza delle diverse realtà operative mondiali degli infermieri; – la pubblicazione di nuove linee guida per le pratiche avanzate di nursing; – la pubblicazione del primo World’s Nursing report; – celebrazioni dei 200 anni dalla nascita di Florence Nightingale con iniziative in tutto il mondo (QUI I DETTAGLI PER L’ITALIA), che termineranno in una speciale Nightingale 2020 Conference a Londra in ottobre. Tutto il materiale diffuso da ICN è stato elaborato e tradotto in italiano da CNAI, affiliata a ICN dal 1949. Redazione Nurse Times