Un anziano uomo giunto in Pronto Soccorso lamentando un’intensa cefalea ha in realtà elaborato una storia da premio Oscar

Il suo dolore era ben diverso da un sintomo fisico. L’episodio è accaduto in Argentina, presso l’ospedale regionale Bahia Blanca. Il paziente era in realtà affetto da profonda solitudine.

Riferiva un forte mal di testa ma dopo pochi minuti medici ed infermieri hanno intuito come il suo dolore fosse cosa ben diversa da un comune mal di testa.

Oscar, il protagonista di questa storia, si è recato in Pronto Soccorso perché soffriva di solitudine.

Il post pubblicato su Facebook da Gisel, una delle Infermiere che ha assistito l’anziano, ha commosso il mondo.

«Il volto di quest’uomo con gli occhi pieni di lacrime ed emozione per una cosa così semplice non lo dimenticherò mai», ha commentato la Rach.

Ha concluso il post con una riflessione rivolta a tutto il popolo social:

«Apprezziamo ciò che abbiamo e non quello che ci serve, se hai qualcuno che ti aspetta, qualcuno che ti chiama, che si preoccupa per te, che ti apprezza e ti ama, ti ama molto, prenditene cura perché tu sei un milionario e non te ne stai rendendo conto».

Oscar è vedovo, sua moglie è deceduta 4 anni fa. Non hanno avuto figli ed anche i suoi fratelli maggiori sono defunti.

«Abbiamo deciso di comprare un mini torta – ha commentato l’infermiera – e una candelina a cui chiedere tre desideri. E, come si vede, abbiamo improvvisato dei palloncini con dei guanti».

Il post di Gisele ha commosso migliaia di utenti in rete:

«Il volto di quest’uomo con gli occhi pieni di lacrime ed emozione per una cosa così semplice non lo dimenticherò mai», ha commentato l’infermiera.

Ha concluso il post con una riflessione: «Apprezziamo ciò che abbiamo e non quello che ci serve, se hai qualcuno che ti aspetta, qualcuno che ti chiama, che si preoccupa per te, che ti apprezza e ti ama, ti ama molto, prenditene cura perché tu sei un milionario e non te ne stai rendendo conto».

Simone Gussoni