Un nuovo studio avrebbe dimostrato che l’aprotinina, un inibitore della proteasi con spiccata efficacia antivirale, è in grado di bloccare la replicazione del coronavirus SARS-CoV-2 in test in vitro.

Il team di ricerca internazionale è stato guidato da scienziati dell’Ospedale Universitario dell’Università di Goethe (Germania) e dell’Istituto di Bioscienze dell’Università del Kenti (Regno Unito). Lo studio si è svolto con la collaborazione dell’Istituto di Patologia della Scuola di Medicina di Hannover, del The German Center for Lung Research e di altri istituti tedeschi.

A coordinare la ricerca i professori Martin Michaelis, Mark Wass e Jindrich Cinatl.

L’aprotinina sarebbe in grado di bloccare la replicazione del coronavirus SARS-CoV-2, a dismostrarlo test in vitro col principio attivo. L’aprotinina è stata sperimentata su specifiche colture cellulari (Caco2, Calu-3 ed epiteliali bronchiali primarie) contaminate da quattro campioni distinti di SARS-CoV-2. Il farmaco è stato in grado di arrestare la replicazione virale, il processo che si avvia dopo che il coronavirus si lega alle cellule umane attraverso la proteina S o Spike, sfruttata come un “grimaldello” per rompere la parete cellulare e riversare il materiale genetico all’interno. L’aprotinina, in parole semplici, impedisce al patogeno di legarsi alle cellule umane e dunque di avviare la replicazione, che è alla base dell’infezione (COVID-19).

Cristiana Toscano

Leave a Comment
Share
Published by
Cristiana Toscano

Recent Posts

Risonanza magnetica cardiaca in piena attività anche in emergenza Covid

Malgrado la paura generale a recarsi in ospedale per effettuare gli esami di routine, in…

52 minuti ago

Torino, trapianto di fegato salva la vita a bimba di tre anni: la donatrice (vivente) è la mamma

La piccola, affetta da una rara malattia congenita del fegato, è stata operata all’ospedale Molinette…

3 ore ago

Coronavirus, ecco il farmaco che lo “intrappola” nelle cellule infettate

Si chiama Indolo-3 Carbinolo (I3C) ed è un composto naturale che potrebbe essere utilizzabile come antivirale…

5 ore ago

Tumori, metanalisi dimostra efficacia della combinazione nivolumab-ipilimumab

Il lavoro ha esaminato sette studi condotti fra il 2010 e il 2020 su più…

6 ore ago