Asl BT, i sindacati riuniti in assemblea dichiarano lo stato di agitazione del persnale

Riceviamo un comunicato stampa firmato da Rosa Matera (Fp Cgil), Antonio Lanotte (Cisl Fp), Carlo Quacquarelli (Uil Fpl), Angelo Somma (Fials), Antonio Matarrese (Fsi), Emanuele…

Riceviamo un comunicato stampa firmato da Rosa Matera (Fp Cgil), Antonio Lanotte (Cisl Fp), Carlo Quacquarelli (Uil Fpl), Angelo Somma (Fials), Antonio Matarrese (Fsi), Emanuele Sgarra (Nursing Up) e Luigi Marzano (Rsu Asl BT).

In data 19 novembre, presso l’Asl BT,  si è tenuta l’assemblea generale di tutto il personale area di comparto,  convocata da tutte le organizzazioni sindacali territoriali di categoria (Cgil Fp, Cisl Fp, Uil Fpl, Fials, Fsi Usae, Nursing Up e Rsu Asl BT).

L’assemblea sindacale, molto partecipata, ha preso atto dello stato dell’arte del lavoro dei tavoli tecnici, appositamente istituiti per definire il contratto decentrato integrativo aziendale, in virtù dell’approvazione, dopo circa 10 anni di blocco dei rinnovi dei contratti collettivi nazionali di lavoro del pubblico impiego, e specificatamente del Ccnl 2016-2018 sanità pubblica,  sottoscritto il 21.5.2018, sostenendo i rappresentanti sindacali, tutti presenti in assemblea, e la Rsu a definire quanto prima lo stesso contratto decentrato integrativo, al  fine di regolamentare parte degli istituti contrattuali rimessi a tale livello di confronto e contrattazione e nel valorizzare le risorse  umane e professionalità interne, al servizio dei cittadini, per un miglioramento collettivo della sanità pubblica sul territorio.

Rispetto, poi, alla nota della direzione generale relativa al blocco del lavoro straordinario

, seppur condividendone  il monitoraggio del fondo di disagio preposto per l’anno 2019, che risulta essere già esaurito, rispetto alla garanzia dei livelli essenziali di assistenza, e per garantire continuità assistenziale,  i sindacati hanno ritenuto condividere con l’assemblea la nota inviata alla direzione generale Asl BT, quale diffida e richiesta revoca di tale disposizione.

A tal fine, l’assemblea approva e dichiara lo stato di agitazione del personale, invitando le OO.SS. e la RSU avoler  proseguire le azioni di protesta sino alla revoca di tale disposizione, nonché a recuperare ottimali e proficue relazioni sindacali, che possano giungere quanto prima alla definizione non solo del contratto decentrato integrativo aziendale, ma anche a elaborare nuovi e innovati modelli organizzativi assistenziali, così come richiamati dalle norme legislative e contrattuali, nazionali e regionali, per ricercare una soluzione al problema, che perdura, nonostante anni di sacrifici del personale, complice anche blocco delle assunzioni e turnover, determinando una carenza cronica delle dotazioni organiche e mettendo a rischio in più occasioni sia i Lea (livelli essenziali di assistenza) che la continuità assistenziale, assicurata e compensata negli anni, in maniera impropria, con lo stesso strumento del lavoro straordinario.

Redazione Nurse Times

 

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Caserta, prefetto e ASL intervengono sulle elezioni dell’OPI

Dopo gli appelli di CISL FP, UIL FPL E NURSING UP, la ASL di Caserta…

5 ore ago

Casa di riposo in crisi: non ci sono infermieri

Le case di riposo sono in crisi, non ce la fanno a contenere il diffondersi…

5 ore ago

Servirebbero 23.268 Infermieri e non ci sono

Riceviamo e pubblichiamo la lettera alle redazione riguardante la situazione pandemica e le decisioni governative…

6 ore ago

Nursing Up: lunedì 2 novembre sciopero nazionale infermieri

Chiediamo RISPETTO: scioperiamo oggi per una sanitĂ  migliore da domani Lunedì 2 novembre a partire…

9 ore ago

FIALS, indicazioni in tema di obblighi vaccinali per gli operatori sanitari

Pubblichiamo la nota FIALS Puglia in riferimento alle ultime “Indicazioni in tema di obblighi vaccinali…

24 ore ago

SIMG su Covid19 – Medici di famiglia al servizio del Paese.

Cricelli: “Prevale forte il nostro senso del dovere, ma nessun medico di medicina generale sia…

24 ore ago