Un’ennesimo attacco terroristico ha sconvolto la vita dei cittadini britannici. Due settimane dopo l’attentato accaduto nella Manchester Arena, un altro gravissimo episodio ha funestato la quotidianità del popolo londinese.

Un pulmino ha travolto alcuni passanti presenti sul London Bridge. I terroristi sono successivamente scesi per strada iniziando ad accoltellare i passanti. I tre uomini sono stati abbattuti dalle forze di polizia in 8 minuti.

Tra le vittime anche un’infermiera australiana.

Candice Hedge, collega 31enne che si è trasferita a Londra sei mesi fa per motivi lavorativi. Stava passeggiando con il proprio fidanzato sul London Bridge quando è stata accoltellata alla gola.

Fortunatamente si è procurata solo una lesione superficiale che non ha coinvolto i vasi sanguigni principali. Si trova attualmente ricoverata in ospedale e sarebbe fuori pericolo di vita mentre non si hanno notizie del fidanzato.

L’Infermiera ha voluto rassicurare i parenti con un messaggio su Facebook:

“Ciao a tutti, vi voglio fare sapere che sto bene. Solo un po’ di dolore ma sopravviverò. Vi ringrazio per i vostri pensieri ed auguri, vi amo tutti!”.

Anche il ministro australiano Malcom Turnbull si è espresso:

“Siamo stati informati che due cittadini australiani sono stati coinvolti nell’attacco. Questo pomeriggio il ministro degli esteri parlerà con i genitori di entrambi. Sappiamo che una delle due vittime si trova in ospedale. Nell’altro caso continueremo ad indagare per avere notizie”.

Simone Gussoni

Fonti: DirettaNews