Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa redatto dalla segreteria provinciale del sindacato.

Nella notte tra giovedì 4 e venerdì 5 luglio, al Pronto soccorso del Policlinico Sant’Orsola, un medico e un infermiere sono stati aggrediti da un giovane utente durante il normale svolgimento delle loro funzioni assistenziali. Gli operatori sanitari sono sfiniti e chiedono un immediato intervento della direzione generale di ogni azienda sanitaria presente sul territorio dell’area metropolitana di Bologna per garantire sicurezza sia ai lavoratori sia agli stessi cittadini che si recano in un luogo di cura.

La Uil Fpl Bologna chiede con urgenza che venga potenziato il sistema di videosorveglianza e rafforzato il sistema di vigilanza. A tal fine richiederà un incontro urgente al prefetto di Bologna, anche con lo scopo di strutturare un posto di polizia stabile h24. Noi del sindacato continueremo con forza a portare avanti questa battaglia, volta a garantire sicurezza a tutti i lavoratori e a tutti i cittadini, non solo per i servizi come il pronto soccorso, chiedendo una risposta adeguata, in termini di sicurezza, verso tutte quelle realtà lavorative dove il pericolo di aggressività è maggiore.

Redazione Nurse Times