Un’operazione innovativa è stato eseguita per la prima volta in un ospedale italiano. Si tratta di un intervento di ricostruzione plastica dell’aorta effettuata utilizzando la tecnica CAVIAAR, brevettata dal cardiochirurgo francese Emmanuel Lansac, dell’IMM-Hôpital Institut mutualiste Montsouris di Parigi.

Lo specialista, coadiuvato dall’equipe di cardiochirurghi del San Giovanni Rotondo, diretti dal primario Mauro Cassese – ha trattato due pazienti di 25 e 48 anni, affetti da insufficienza aortica, con la tecnica che consente di preservare e riparare la valvola aortica e del root aortico.

In questo modo non sarà più necessario impiantare una protesi valvolare, biologica o meccanica, potendo pertanto ridurre i rischi correlati, quali trombosi, emorragie ed infezioni. L’applicazione di tale tecnica permetterà di ridurre anche i costi ed i tempi di degenza postoperatoria.

Le due giornate di cooperazione con l’inventore di tale procedura chirurgica hanno permesso all’equipe chirurgica di conoscere a fondo ed apprendere la tecnica CAVIAAR. I prossimi casi saranno individuati direttamente dal cardiochirurgo Michele Palladino, che ha applicato la tecnica CAVIAAR nei suoi 4 anni di sala operatoria all’IMM di Parigi, prima del suo trasferimento in Casa Sollievo della Sofferenza nel 2018.

Simone Gussoni