Coronavirus, Anelli (Fnomceo) sui dati Eurostat: “Meno burocrazia e più coinvolgimento dei professionisti”

Il presidente della Federazione degli Ordini dei medici apprezza il fatto che Speranza abbia ascoltato gli specialisti per assumere le decisioni necessarie a superare la…

Il presidente della Federazione degli Ordini dei medici apprezza il fatto che Speranza abbia ascoltato gli specialisti per assumere le decisioni necessarie a superare la fase critica, ma non risparmia critiche alla gestione del Sistema sanitario.

“Il numero dei morti per Covid-19 in Europa, e più in generale nel mondo, è un indicatore della reale difficoltà in cui si sono trovati molti Paesi, tra cui il nostro, presi alla sprovvista dalla pandemia, nonostante i segnali fossero evidenti”. Così Filippo Anelli, presidente della Federazione degli Ordini dei medici (Fnomceo), ha commentato i dati preliminari resi noti da Eurostat. Dati che riguardano 24 Paesi europei ed evidenziano, tra marzo e maggio, 160mila morti in più rispetto allo stesso periodo periodo 2016-2019. Tra i Paesi con i maggiori aumenti di mortalità figurano Spagna, Italia, Belgio, Olanda, Svezia e Francia. “Il ministro della Salute, Roberto Speranza – prosegue Anelli –, ha dato esempio di tempestività e di pragmatismo nell’assumere, anche affidandosi all’ascolto dei professionisti, decisioni che si sono rivelate strategiche e risolutive per traghettarci fuori dalla fase acuta. Invece manca, a più livelli e non da ora, una visione dei sistemi sanitari finalizzati a obiettivi di salute e non governati da meccanismi burocratici e aziendalistici”

. E ancora: “In quest’ottica i piani pandemici, negli anni, sono stati vissuti come semplici adempimenti burocratici, magari da compilare ricalcandoli su quelli per precedenti pandemie, causate da virus diversi, di tipo influenzale, e fortunatamente con conseguenze meno gravi. Si è andati avanti senza una reale consapevolezza dei possibili effetti di una pandemia di questo genere, e della funzione e della struttura di un adeguato piano di prevenzione e di risposta, che va modellato in maniera flessibile, secondo le caratteristiche dell’agente patogeno, della malattia e della popolazione suscettibile”. Conclude il presidente Fnomceo: “Questo modo di agire è figlio di una visione burocratica e aziendalistica della salute dei cittadini che è tempo di abbandonare. La sanità non può al contrario prescindere da un reale e fattivo coinvolgimento dei medici e di coloro che possiedono le adeguate competenze in tutti i processi decisionali del Servizio sanitario nazionale. Una gestione amministrativa e iper-burocratizzata non può in alcun modo sostituire una governance fatta dai professionisti. È tempo di correre ai ripari e modificare l’attuale sistema di gestione della sanità, puntando sulla reale e fattiva partecipazione dei cittadini e sul coinvolgimento diretto dei professionisti sanitari”. Redazione Nurse Times  

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Coronavirus e Scuola: il database dei contagi

A pochi giorni dalla riapertura delle scuole comincia la conta dei contagi da Coronavirus. Finora…

55 minuti ago

Anche in Calabria obbligo di mascherina all’aperto 24 ore su 24

Con una nuova Ordinanza, la presidente della Regione Calabria Jole Santelli istituisce l’obbligo di utilizzo…

13 ore ago

Covid-19, protestano gli studenti di infermieristica:“Quando ripartono tirocini, esami e lezioni?”

La situazione di migliaia di studenti dei corsi di laurea in Infermieristica continua a rimanere…

16 ore ago

Msc: Diciamo grazie a tutti gli operatori sanitari

Msc Crociere vuole dire grazie all'impegno di tutti i professionisti sanitari nella lotta al Covid-19.…

22 ore ago

Ok al nuovo contratto della sanità privata, dopo 14 anni di attesa

"Sono davvero soddisfatto. Finalmente si è sbloccato il nuovo contratto della sanità privata. Oltre 100.000…

22 ore ago

Si ammalò di Covid-19 per curare i pazienti: premiato infermiere del Cotugno

Il premio “Ritratti di territorio” è stato conferito a Pasquale Romano, uno degli infermieri dell’ospedale…

22 ore ago