Covid-19. Successo per Anticorpi monoclonali: lo studio

Uno degli argomenti che inspiegabilmente crea molta confusione, è sicuramente la differenza che sussiste tra anticorpi monoclonali e policlonali. Partiamo dal fatto che data una molecola,…

Uno degli argomenti che inspiegabilmente crea molta confusione, è sicuramente la differenza che sussiste tra anticorpi monoclonalipoliclonali.

Partiamo dal fatto che data una molecola, detta antigene, è quasi sempre possibile produrre degli anticorpi specifici che la riconoscano, legandovisi.

Gli anticorpi policlonali sono un insieme di anticorpi, prodotti da diversi cloni di cellule B, che riconoscono ognuno un epitopo (un pezzo) della molecola diverso.

Gli anticorpi monoclonali, mentre sono anticorpi prodotti da uno stesso clone di cellule B e che, per questo motivo, riconoscono tutti uno stesso epitopo dell’antigene.

Mentre i policlonali mancano di specificità, gli anticorpi monoclonali (MAb) sono anticorpi identici fra loro, sempre prodotti da linee cellulari provenienti da un solo tipo di cellula immunitaria (cioè da un clone cellulare).

Uno studio su cavie in laboratorio (non ancora randomizzati su esseri umani) ha permesso di registrare come gli anticorpi monoclonali contro il COVID sembrano essere efficaci in particolare hanno ridotto la gravità dell’interessamento polmonare sia come profilassi sia durante il trattamento. Strategia vincente già nella scorsa epidemia Ebola!

Nello specifico in Aprile 2020 erano state identificate oltre 7000 varianti del genoma che codifica per la proteina spike SARS-CoV-2.

Ragion per cui una strategia per trattare un’infezione da virus consiste nello sviluppare anticorpi che si legano a una regione del virus altamente conservata e non alla parte variabile.

Anticorpi REGN (Regeneron) e la contestuale somministrazione sia in termini di profilassi che di terapia a malattia diagnosticata hanno dato risultati incoraggianti.

CALABRESE MICHELE

FONTE:

https://www.cebm.net/covid-19/monoclonal-antibodies-directed-against-sars-cov-2-synthetic-neutralizing-antibodies-the-regn-cov2-antibody-cocktail/

Ultimi articoli pubblicati

Michele Calabrese

Infermiere Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, docente a corsi di formazione rivolti a personale sanitario e laico, in regime residenziale e non. Responsabile Scientifico, Moderatore e/o Relatore ad eventi, seminari e congressi. Infermiere presso P.T.S. 118 "Basilicata Soccorso", postazione INDIA. Revisore dei Conti e componente di Commissioni esterne Ordine delle Professioni Infermieristiche Barletta-Andria-Trani (O.P.I. BAT). Presidente Associazione Provinciale C.N.A.I. BAT (Consociazione Nazionale Associazioni Infermiere/i della BAT). Formatore O.S.S. ai sensi del DLgsR Puglia. Docente a contratto

Leave a Comment
Share
Published by
Michele Calabrese

Recent Posts

Un abbraccio, un simbolo

Un'immagine diventata virale: un abbraccio, un simbolo della tragedia e della profonda compassione di tutti…

2 ore ago

Manovra, Nursind: “Non si annacqui l’indennità specifica degli infermieri”

Roma, 1 dicembre - “Quella dell’indennità specifica infermieristica è una battaglia che portiamo avanti da…

2 ore ago

Al via i test di Cira-3, il robot infermiere per curare i malati di Covid-19

La grave carenza di personale infermieristico potrebbe giungere al termine grazie all’impiego della tecnologia. La…

2 ore ago

Corso Fad Ecm “Nuove terapie e gestione del paziente diabetico di tipo 2” medici e infermieri

Corso Fad Ecm per tutte le professioni sanitarie, medici e infermieri. Attivo dal 04-09-2020 al…

3 ore ago

Tocilizumab riduce risposta infiammatoria sistemica e lesione cardiaca

Tocilizumab riduce la risposta infiammatoria sistemica e la lesione cardiaca in pazienti in coma rianimati…

6 ore ago

Opi di Puglia: “Sugli obblighi vaccinali per gli operartori sanitari la nostra posizione non cambia”

“Sugli obblighi vaccinali per gli operartori sanitari la nostra posizione non cambia”.  Parlano i presidenti…

7 ore ago