Dibattito aperto nella comunità infermieristica suscitato dalla pubblicazione del nostro articolo dal titolo “Tutto il mio sconforto dopo il test di ammissione alla magistrale: presa per i fondelli da Ministero, Università e OPI”

Un dibattito che chiama in causa molti attori istituzionali tra cui Università, Miur e O.P.I. sull’opportunità di inserire tra i test di selezione per l’accesso alla laurea magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche una domanda ritenuta ‘grottesca’ da molti dei partecipanti.

La domanda incriminata chiedeva quali fossero i movimenti migliori da eseguire con la scopa a trapezio per pulire i pavimenti…

Una clamorosa ‘gaffe’ presente nei quiz per l’accesso alla Laurea magistrale? La nostra testata giornalistica ha messo in evidenza un aspetto che merita di essere approfondito.

Anche l’OPI di Messina, Ente sussidiario dello Stato, evidentemente mossa dagli stessi nostri interrogativi chiede al Magnifico Rettore dell’Ateneo, l’accesso agli atti, ovvero copia dell’intero test per “valutare la reale portata delle doglianze espresse e a fare chiarezza sull’opportunità di quella domanda”.

Rileviamo tuttavia un certo imbarazzo nella lettura di un post apparso su un blog infermieristico (?) che sembrerebbe essere una replica al nostro articolo.

Rimaniamo basiti non solo dal tono assunto dall’autrice del post, dott.ssa Barbara Sofritti, coordinatore UA Ortopedia OM – Bologna, docente universitaria, ex-vicepresidente di Collegio, ora Ordine degli Infermieri, ma anche dalla sua acuta riflessione finale.

L’aspirante alla laurea magistrale avrebbe la colpa di trovare fuori luogo una domanda sull’uso della scopo tra i test di ingresso alla medesima laurea.

Bene, argomentando con tanto di numeri circa le infezioni ospedaliere, la dott.ssa Barbara Sofritti, scrive un articolo completamente fuorviate e fuori contesto.

Nessuno mette in dubbio la bontà di una corretta igiene.

Il punto è che le figure preposte allo svolgimento di tale attività dovrebbero essere altre non certamente gli Infermieri, tanto meno con laurea Magistrale.

La Coordinatrice è ignorante (nel senso di ignorare) perché ignora la normativa sulle mansioni nonché la giurisprudenza degli ultimi anni.

Quelle mansioni sono state ritenute lesive della professionalità degli Infermieri da almeno un trentennio. Ma forse la coordinatrice impegnata com’è nelle sue attività si è persa tutta la giurisprudenza di cui prima.

Aggiungiamo che quelle attività non riguardano gli Infermieri non da ora, ma da sempre, forse la coordinatrice ignora (nel senso di ignorare) il DPR 225 del 1974.

Bene, in quanto ad ignoranza (nel senso di ignorare) siamo messi bene…troveremmo meno grave se lo fosse la studentessa, ma per una docente è intollerabile.

Chiediamo perciò all’esimia dott.ssa se, secondo la sua precisa disamina, sarà prevista la stessa o simil domanda al prossimo test d’ingresso per medicina e chirurgia. Forse conosciamo già la risposta. Sicuramente, secondo l’autrice del post, è importante che chi sta al governo sanitario metta al corrente i futuri medici sull’importanza della scopa al fine di abbattere il rischio di infezioni…

Redazione NurseTimes

Allegato

Richiesta di accesso agli atti OPI Messina