Eccezionale intervento chirurgico al Mazzoni di Ascoli grazie ai medici, infermieri e tecnici

Al contrario nessuna menzione viene dedicata ai professionisti laureati non medici che fanno di certo parte dell’equipe multidisciplinare summenzionata e che partecipa attivamente a tutte le procedure ed alle attività, a fianco dei colleghi medici. Parliamo degli infermieri e dei tecnici (di radiologia in questo caso)

Lo scorso martedì 7 Ottobre sulle pagine del quotidiano “Corriere Adriatico” è apparso un articolo scritto dal giornalista Nino Orrea che trattava l’eccezionale intervento chirurgico eseguito magistralmente presso l’Ospedale provinciale Mazzoni di Ascoli Piceno da un’equipe multidisciplinare costituita da chirurghi generali, urologi, radiologi interventisti, ginecologi ed anestesisti.

Vengono riportati nel dettaglio i nomi di tutti i professionisti medici, nonché descritto l’excursus del paziente e la cronistoria dell’eccezionale intervento. Al contrario nessuna menzione viene dedicata ai professionisti laureati non medici che fanno di certo parte dell’equipe multidisciplinare summenzionata e che partecipa attivamente a tutte le procedure ed alle attività, a fianco dei colleghi medici. Parliamo degli infermieri e dei tecnici (di radiologia in questo caso).

Gli infermieri Specialisti di sala Operatoria (infermieri strumentisti, infermieri di anestesia) sono figure specializzate e con percorsi formativi che prevedono Laurea, Master e corsi di aggiornamento costante altamente professionalizzanti, hanno loro società scientifiche di riferimento!

Inoltre tra i mandati del professionista infermiere c’è l’educazione sanitaria e la valorizzazione della professione.

Per questo motivo è nostra intenzione portare a conoscenza di tutti coloro che non lo sapessero, in primis all’autore dell’articolo, questo non trascurabile dettaglio.

Le attività chirurgiche in sala operatoria sono complesse e sempre caratterizzate dall’esistenza di equipe multidisciplinari che, sul tavolo operatorio, orchestrano i vari interventi.

I professionisti specializzati chiamati a prestare la propria opera sono medici, infermieri e tecnici: ognuno con il proprio peculiare ruolo e contributo. Ci auspichiamo in futuro di non dover più sottolineare questo aspetto che dovrebbe invece essere ovvio e scontato. Siamo tuttavia a disposizione di qualsiasi eventuale chiarimento, rettifica e delucidazione.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Coronavirus, eventi avversi dopo vaccinazione sono di scarsa o nulla rilevanza clinica

Lo dicono i dati a un mese dalla seconda dose di vaccino Pfizer-Biontech somministrato ai…

1 ora ago

Scoperta IEO: troppi antibiotici possono alterare il sistema immunitario intestinale

C'è il rischio di sviluppare malattie infiammatorie e diminuire l’efficacia delle terapie anticancro. Un gruppo…

2 ore ago

Malnate (Varese), la sindaca infermiera vaccina gli anziani contro il Covid

Irene Bellifemine, originaria di Molfetta (Bari), è impegnata personalmente nella campagna vaccinale, specie a domicilio.…

2 ore ago

Coronavirus, via libera delle Regioni a linee guida più snelle sui punti vaccinali

Approvata una nuova versione del documento redatto dalla Protezione civile. Dopo aver sollevato alcune perplessità…

3 ore ago

Cittadini (Aiop): “Sostegno malati non Covid, il Governo utilizzi la potenzialità inespressa della componente di diritto privato del SSN”

“Leggiamo con grande preoccupazione i dati che emergono dall’Osservatorio permanente sullo stato dell'assistenza ai pazienti…

5 ore ago