Categorie: NotizieNT - News

Ecco a voi Messalina, la mascotte di Nurse Times!

È con grande piacere, cari lettori, che vi presento una mia grande amica (forse amante). È stata scelta all’unanimità dai vari autori per le sue…

È con grande piacere, cari lettori, che vi presento una mia grande amica (forse amante). È stata scelta all’unanimità dai vari autori per le sue incredibili doti da chiacchierona professionista, che le fanno urlare “Infermiere!” dalla mattina alla sera. Ma non solo…

Messalina è un bellissimo esemplare femmina di pappagallo cenerino a coda rossa (Psittacus erithacus) e vive a Roma, in zona Eur. Appartiene al paziente che assisto a domicilio (mi occupo di assistenza territoriale ad alta intensità) e da quando ho iniziato a frequentarla la mia vita è cambiata.

Da sempre amo gli animali, ma non avevo mai avuto modo di interagire con un uno di loro che fosse in grado di parlare, di ripetere, di chiamarmi per nome, di mandarmi a quel paese e di utilizzare il linguaggio verbale per chiedermi di giocare; facendo anche delle incredibili associazioni.

Sì, avete capito bene: associazioni. Perché oltre a essere il miglior pappagallo parlante in assoluto (insieme al merlo indiano è il miglior uccello parlante al mondo) e a sviluppare un vocabolario eccezionale, una ricerca scientifica afferma che il pappagallo cenerino sia anche in grado di comprendere ciò che si dice. E di rispondere a tono!

Messalina è un autentico spasso e con me ha legato davvero molto. Tanto che la madre del mio assistito ci definisce “amanti”… e non ha tutti i torti. Forse la piccola pennuta rivede in me il suo padrone, da tempo in coma e connesso a dei macchinari per poter sopravvivere. O forse c’è semplicemente una preoccupante alchimia… di quelle tanto naturali quanto inspiegabili. Che ci fa passare tante ore al mese in pressoché totale sintonia. Tra un dialogo e l’altro.

Eh sì, perché mentre mi dedico al mio paziente, lì in casa non fanno che risuonare continui: “Alessiooo! Infermiere! Bambolo! Vieni qua per favore! Me lo dai un bacio? Me fai alza’ la pressione! Amore mio! Vaffancu..! Dove si fa la cacca?” e roba simile, a cui non posso proprio non ribattere. Il mio equilibrio psichico, già di per sé precario, quanto potrà resistere?


Alessio Biondino

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Opi Potenza riparte dai giovani: intervista al nuovo presidente Serafina Robertucci

Il movimento Infermieri in Ordine ha vinto le elezioni per il rinnovo del direttivo, scalzando…

3 ore ago

Coronavirus, “Epidemia in rapido peggioramento”: le restrizioni spiegate dal report del ministero

Ecco cosa dice il documento relativo al periodo 12-18 ottobre 2020. “L’epidemia è in rapido peggioramento e…

3 ore ago

Coronavirus, primo sanitario deceduto in Calabria: è un’infermiera di Catanzaro

La collega, 56enne, prestava servizio nell’Unità Breast Unit dell’ospedale “Pugliese-Ciaccio”. Si allunga l'elenco di morti…

5 ore ago

Coronavirus, Nursind a Regione Umbria: “Servono assunzioni e test”

Di seguito la lettera, a firma del coordinatore regionale Marco Erozzardi, inviata alla governatrice Donatella…

6 ore ago

Coronavirus, nuovo report Nursing Up: “Impietosi i dati della carenza di personale”

Il presidente del sindacato, Antonio De Palma, lancia l'allarme relativo alle regioni Lombardia, Campania, Piemonte…

6 ore ago

Nuovo Dpcm, continuano le proteste nelle città italiane

Diverse manifestazioni, dai toni non sempre pacifici, hanno avuto luogo a Milano, Torino, Napoli, Trieste...…

7 ore ago