Esodo di infermieri verso Germania e Regno Unito: Sondrio va controcorrente

I colleghi della provincia lombarda tendono a restare in Italia. In caso contrario, preferiscono la Svizzera, soprattutto per gli stipendi più alti.

Le prospettive del lavoro all’estero, per un giovane infermiere, sono decisamente interessanti: stipendi più alti, formazione pagata e sostegno nelle fasi di ambientamento. Stando ai dati diffusi dal sindacato Nursing Up, Germania e Regno Unito sono le mete principali dell’esodo in atto. E sono gli stessoi ospedali stessi dei due Paesi a invitare i laureati italiani, promettendo, ed effettivamente elargendo, maggiori tutele e gratificazioni.

Va controccorrente la provincia di Sondrio, dove ha sede il distaccamento del corso di laurea in Infermieristica dell’Università di Milano Bicocca. In questo territorio, infatti, non sono molti i giovani infermieri che scelgono di emigrare. “Quelli che optano per l’esperienza all’estero, proprio verso Germania e Regno Unito, poi tornano in Italia, dove mettono a frutto le competenze acquisite”

, spiega il presidente di Opi Sondrio, Giuseppe Franzini.

E aggiunge: “Nella nostra provincia sono più gli infermieri che scelgono la Svizzera, come luogo di lavoro. Soprattutto quelli residenti in Alta Valle. Il motivo è economico: lo stipendio svizzero è pari al doppio di quello di un infermiere italiano. Ma i posti di lavoro sono tutti in case di riposo, all’ospedale di Poschiavo o in qualche piccolo presidio nella zona di Samedan. In provincia di Sondrio, invece, è molto maggiore il numero di specialità nelle quali è possibile professionalizzarsi. Perciò, a conti fatti, non sono così tanti i colleghi che scelgono di lasciare l’Italia per lavorare in Svizzera”.

Redazione Nurse Times

 

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Riconoscimento precoce dell’aggravamento del paziente pediatrico: PEWS

Il riconoscimento precoce dell’aggravamento del paziente pediatrico è un obiettivo fondamentale dell’assistenza in pediatria. Vari…

2 ore ago

Sanità Emilia Romagna. Al via la mobilitazione nelle aziende del SSR contro il calo del salario

Raccolta firme Emilia Romagna. Al via la mobilitazione nelle aziende del SSR contro il  calo…

4 ore ago

Una storia molto triste, testimonianze di infermieri

"A casa sarei peggiorata fino a morire, lo so che non vedrò più mio marito…

5 ore ago

Risonanza magnetica cardiaca in piena attività anche in emergenza Covid

Malgrado la paura generale a recarsi in ospedale per effettuare gli esami di routine, in…

6 ore ago

Torino, trapianto di fegato salva la vita a bimba di tre anni: la donatrice (vivente) è la mamma

La piccola, affetta da una rara malattia congenita del fegato, è stata operata all’ospedale Molinette…

8 ore ago