Riceviamo e pubblichiamo la nota sindacale della Segreteria Aziendale Fials della ASST di Monza


Sembra non avere mai fine la situazione drammatica creatasi nell’Asst di Monza, da settimane i sindacati continuano a sollecitare la Direzione sulla problematica riguardante la carenza di personale sanitario in azienda.

La Direzione Generale sembra orientata ad una politica di NON ascolto ne delle organizzazioni sindacali, ne del personale dell’azienda.

La presa di posizione della Direzione appare palese, per loro la carenza di personale non esiste anzi, addirittura il personale sanitario risulterebbe in esubero dai calcoli fatti sul minutaggio minimo assistenziale.

Come Organizzazione Sindacale FIALS riteniamo veramente VERGOGNOSO questo  atteggiamento. Non riusciamo a comprendere come si può organizzare un ospedale su un minutaggio minimo di assistenza risalente agli anni 80, senza tenere conto delle complessità dei pazienti ma soprattutto dei carichi di lavoro del personale e della qualità dell’assistenza che si ripercuote sui pazienti.

La FIALS nel denunciare per l’ennesima volta questa situazione ritine doveroso proseguire la sua azione di lotta e di informazione a tutto il personale, nelle prossime settimane coinvolgeremo gli organi politici locali al fine di sensibilizzare anche l’opinione pubblica su questa problematica.

Ci sentiamo solamente di dire una cosa alla Direzione: GLI INFERMIERI, OPERATORI SOCIO SANITARI e PERSONALE TECNICO E RIABILITATIVO AZIENDALE meritano rispetto e non questo trattamento da parte dei vertici aziendali.

LA SEGRETERIA AZIENDALE FIALS ASST DI MONZA