Ictus, disabilità e scale di valutazione: la scala di Rankin

Un metodo molto rapido ed utile per la valutazione del paziente affetto da stroke è la Scala di Rankin che permette non solo la valutazione dell’acuzia…

Un metodo molto rapido ed utile per la valutazione del paziente affetto da stroke è la Scala di Rankin che permette non solo la valutazione dell’acuzia ma anche gli eventuali reliquati dell’accidente cerebrale.

Si concepisce andnado a stadiare il paziente e  assegnarli dei punteggi che riguardano nella pratica obiettiva la presenza di sintomi,  la presenza /assenza di inabilità, lettura e autonomia.

In totale sono sette i target di analisi, cosi ordinati:

  • 0. Nessun sintomo
  • 1. Nessuna inabilità significativa, pur manifestando sintomi: svolge ogni funzione e attività usuali
  • 2. Leggera inabilità: incapace di svolgere tutte le attività precedenti, ma capace di occuparsi di sé senza assistenza
  • 3. Inabilità moderata: richiede aiuto, ma cammina senza assistenza
  • 4. Inabilità moderatamente severa: cammina con assistenza e necessita di assistenza per i propri bisogni corporei
  • 5. Inabilità severa: allettamento, incontinenza, totalmente dipendente
  • 6. Deceduto

L’adozione della scala sia in ambiente ospedaliero (P.S., neurologia, medicina…) o extraospedaliero prevede un aspetto imkprotant4e dell’assistenza al paziente, ovverossia  l’interazione con una persona disabile o con disabilità parziali .

A titolo esemplificativo un punteggio pari a cinque indica una disabilità importante, e il paziente oggetto di valutazione potrebbe esprimere bisogni di movimento, alimentazione o altri riconducibili ad uno stato di dipendenza oggettiva che richiede una media/alta complessità assistenziale.

La scala, spesso, non valuta il punto 6.

CALABRESE  MICHELE

Ultimi articoli pubblicati

Michele Calabrese

Infermiere Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, docente a corsi di formazione rivolti a personale sanitario e laico, in regime residenziale e non. Responsabile Scientifico, Moderatore e/o Relatore ad eventi, seminari e congressi. Infermiere presso P.T.S. 118 "Basilicata Soccorso", postazione INDIA. Revisore dei Conti e componente di Commissioni esterne Ordine delle Professioni Infermieristiche Barletta-Andria-Trani (O.P.I. BAT). Presidente Associazione Provinciale C.N.A.I. BAT (Consociazione Nazionale Associazioni Infermiere/i della BAT). Formatore O.S.S. ai sensi del DLgsR Puglia. Docente a contratto

Leave a Comment
Share
Published by
Michele Calabrese

Recent Posts

Manovra, Nursind: “Non si annacqui l’indennità specifica degli infermieri”

Roma, 1 dicembre - “Quella dell’indennità specifica infermieristica è una battaglia che portiamo avanti da…

4 minuti ago

Al via i test di Cira-3, il robot infermiere per curare i malati di Covid-19

La grave carenza di personale infermieristico potrebbe giungere al termine grazie all’impiego della tecnologia. La…

5 minuti ago

Corso Fad Ecm “Nuove terapie e gestione del paziente diabetico di tipo 2” medici e infermieri

Corso Fad Ecm per tutte le professioni sanitarie, medici e infermieri. Attivo dal 04-09-2020 al…

1 ora ago

Tocilizumab riduce risposta infiammatoria sistemica e lesione cardiaca

Tocilizumab riduce la risposta infiammatoria sistemica e la lesione cardiaca in pazienti in coma rianimati…

3 ore ago

Opi di Puglia: “Sugli obblighi vaccinali per gli operartori sanitari la nostra posizione non cambia”

“Sugli obblighi vaccinali per gli operartori sanitari la nostra posizione non cambia”.  Parlano i presidenti…

4 ore ago

34enne da alla luce il suo settimo figlio grazie a un complesso intervento

Venerdì 20 novembre alle ore 20.15 il dott. Marco Grassi, dirigente medico dell’unità operativa complessa…

5 ore ago