Il lavoro di un infermiere in libera professione valutato dalla struttura pubblica…ecco quanto vale!

Quanto vale un’ora di lavoro di un infermiere nella struttura pubblica?

Una domanda ricorrente tra i moltissimi infermieri italiani che hanno scelto di lavorare come libero professionisti. Infatti sono circa 65mila gli infermieri iscritti all’ente di previdenza Enpapi, con un aumento del 60% dal 2012 ad oggi.

Nel corso di un’intervista il presidente dell’ente pensionistico, Mario Schiavon esamina i dati in suo possesso: “occorre fare una netta distinzione tra quello che – lavorativamente parlando – accade al Sud e quello che accade al Nord. Infatti, nel Meridione a oggi i colleghi liberi professionisti guadagnano mediamente 15.000 euro annui contro i 30-35.000 di chi lavora nel Settentrione (fatte le dovute eccezioni). Questa disparità di trattamento e di compenso è causata soprattutto dallo stato di deficit finanziario in cui vivono ancora oggi le Regioni del Sud (tranne la Basilicata) e della Sicilia, costrette ai piani di rientro che hanno portato a finanziamenti e ad attività economiche al limite della decenza umana”.

Con l’abolizione delle tariffe minime per i libero professionisti grazie al decreto legge sulle liberalizzazioni (DL 223/2006) messo a punto dal Ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani, non avendo più dei riferimenti normativi sui minimi si assiste ad una vera e propria “svendita” della professione infermieristica da parte di strutture private ma anche pubbliche. Abbiamo esaminato alcuni capitolati di gare di affidamento di servizi domiciliari di alcune Asl pugliesi.

Le strutture pubbliche, attraverso gare d’appalto al ribasso per l’affidamento di servizi sanitari territoriali, si affida a cooperative o srl che secondo i nostri calcoli quantificano il valore di un’ora di lavoro infermieristico con una tariffa oraria che si aggira intorno a 9 – 10 euro lordo.

Considerando che:

  • il lavoro richiesto impegna il mezzo privato per raggiungere la sede della prestazione;

  • il contributo soggettivo obbligatorio Enpapi per il 2015, dovuto annualmente da ogni iscritto è pari al 13% del reddito netto professionale (al netto delle spese ma al lordo della ritenuta d’acconto) da lavoro autonomo conseguito nell’anno 2014;

  • c’è l’obbligo dell’assicurazione professionale per la responsabilità civile;

Quanto rimane in tasca agli infermieri?

La redazione di NurseTimes pone all’attenzione dei propri lettori i documenti relativi a capitolati di spesa, base d’asta, verbale di assegnazione, relative a richieste di prestazioni infermieristiche da parte della Asl Bari.

Nell’allegato prot. 129279/19 del 6/07/2015 l’Asl Bari emette una procedura negoziata per l’affidamento del servizio di assistenza domiciliare per un paziente. Secondo il piano di assistenza individuale redatto dalla U.V.M. (unità di valutazione multidisciplinare) il 26/05/2015 il servizio comprende le seguenti prestazioni:

  • Prestazioni Infermieristiche: n. 7 accessi settimanali della durata di 1 ora ciascuno;
  • prestazioni O.s.s. : n. 7 accessi settimanali della durata di 3 ore ciascuno.

Per una base d’asta di 2000 euro / mese.

In data 10 luglio il seggio di gara dopo aver esaminato le offerte pervenute affida ad una associazione il servizio con un offerta al ribasso di 1176 euro, ribassando del 42% la base d’asta.

Altra procedura d’affidamento. Nell’allegato prot. 103857/19 del 28/05/2015 l’Asl Bari emette una procedura negoziata per l’affidamento del servizio di assistenza domiciliare per un paziente. Secondo il piano di assistenza individuale (P.A.I.) redatto dalla U.V.M. (unità di valutazione multidisciplinare) il 14/05/2015 il servizio comprende le seguenti prestazioni:

  • Prestazioni Infermieristiche: n. 7 accessi settimanali della durata di 1 ora ciascuno;
  • Prestazioni O.s.s. : n. 7 accessi settimanali della durata di 3 ore ciascuno.
  • Prerstazioni Psicologo: n. 2 accessi mensili della durata di 1 ora ciascuno;
  • Sanificazione ambientale a cadenza mensile con sistema VIRKON.

Per una base d’asta di 2000 euro / mese.

In data 8 giugno il seggio di gara dopo aver esaminato le offerte pervenute affida ad una cooperativa il servizio con un offerta al ribasso di 1213,40 euro, ribassando del 40% la base d’asta.

Quanto vale un’ora di lavoro di un infermiere in libera professione nella struttura pubblica?

Attendiamo una risposta ufficiale.

Allegati:

invito alla procedura negoziata.rif A08

Verbale di affidamento rif. A08

invito rif B20

Verbale di aggiudicazione rif. B20

CAPITOLATO.oneri

Giuseppe Papagni