Incaviglia replica a Di Benedetto “L’Infermiere è responsabile dell’assistenza generale Infermieristica”

Riceviamo e pubblichiamo la replica  di Matteo Giuseppe Incaviglia all'articolo dal titolo “Basta contrasti tra infermieri e oss: i rispettivi campi sono ben delimitati”

Riceviamo e pubblichiamo la replica  di Matteo Giuseppe Incaviglia all’articolo dal titolo “Basta contrasti tra infermieri e oss: i rispettivi campi sono ben delimitati”


Gentile direttore,
pur essendo tra quelli che ritiene che tutti gli articoli debbano essere pubblicati, tuttavia non è ammissibile tanta disinformazione.

Le scrivo a proposito dell’articolo scritto dal sig. Rocco Di Benedetto, Operatore Socio Sanitario perchè le sue affermazioni sembrano più il frutto di auspici e di idee personali, che frutto invece di esegesi normativa.

ANDIAMO PER ORDINE:

A) L’Infermiere è responsabile dell’assistenza generale Infermieristica, pianifica gestisce e valuta avvalendosi del personale di supporto (OSS), (vedi D.M- 739/1994), dunque come si evince dall’appena citata normativa, il rapporto tra oss e infermiere è un rapporto gerarchico (VEDI).

B) L’infermiere risponde dell’operato dell’oss, afferma il sig. Rocco di Benedetto, e nello stesso tempo sostiene che il rapporto non è gerarchico: poche idee ma confuse si direbbe!

C) E ancora continua il sig. Di Benedetto affermando che rifare i letti e praticare l’igiene, portare padelle e pappagalli non sarebbe demansionante per gli infermieri. QUALCUNO SPIEGHI AL SIG. DI BENEDETTO CHE LA CASSAZIONE E ALMENO 4 RECENTI SENTENZE SONO DI PARERE CONTRARIO, forse non ne è al corrente (VEDI sentenza Tribunale di Brindisi

, sentenza Tribunale di Cagliari, sentenza Tribunale di Caltanissetta, sentenza Tribunale di Brindisi).

D) Tralascio tutta la sua disquisizione sulla procedura disciplinare perché dimostra di non avere la minima idea di che parla, le consiglio di studiare la Legge 150/2009 c.d. Brunetta, riformata dalla Madia (VEDI).

Pertanto il nuovo inquadramento nell’area socio-sanitaria, per l’operatore socio sanitario, è un giustissimo riconoscimento, ma che nulla modifica nei rapporti giuridico professionale con la professione infermieristica, ne tanto meno si può annoverare l’oss tra le professioni sanitarie, basta fare una ricerca sul portale del Ministero della Salute per rendersi conto di quali siano le Professioni Sanitarie.

Alla luce della normativa vigente, il rapporto tra oss e infermiere è e rimane un rapporto gerarchico (VEDI).

Nulla c’entra l’essere inferiore o superiore come affermato dal sig. Di Benedetto, espressioni che personalmente non mi appartengono.

Cordiali saluti

 

Matteo Giuseppe Incaviglia

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

USA: nasce bimba da embrione congelato 28 anni fa

Una bambina in Tennessee è nata da un embrione congelato nel mese di ottobre del…

10 ore ago

San Benedetto: cattiva gestione del Pronto Soccorso

L'Opi di Ascoli denucia alla Procura della Repubblica la cattiva gestione del Pronto soccorso e…

10 ore ago

Arianna Armenti presenta la sua tesi di laurea in infermieristica

Continua il grande successo editoriale di Nurse Times (testata giornalistica sanitaria gestita da infermieri), punto…

11 ore ago

Idrossiclorochina può provocare disturbi psichiatrici

L'utilizzo di clorochina o idrossiclorochina, farmaci utilizzati contro il Covid-19 soprattutto nella prima fase dell'emergenza,…

11 ore ago

Giornata internazionale delle persone con disabilità

Il 3 dicembre è la giornata internazionale delle persone con disabilità, un giorno istituito, nel…

12 ore ago

Proroga contratti Oss nella Asl Bat: nessuna indicazione dalla regione

BARLETTA – Il sit di protesta, in programma domani mattina davanti alla sede della Asl…

12 ore ago