Un’incredibile tragedia si è consumata presso l’ospedale Spallanzani di Roma. Un paziente di 54 anni è morto carbonizzato nella propria stanza di degenza del reparto di Malattie Infettive, dopo essersi probabilmente addormentato con una sigaretta ancora accesa.

Quando gli infermieri presenti in reparto si sono resi conto di quanto stesse accadendo in corsia, l’uomo era ormai già avvolto dalla fiamme.

Non c’è stato nulla da fare però per il paziente, nonostante il tempestivo intervento degli operatori presenti ed il successivo arrivo di tre squadre dei vigili del fuoco e di alcuni equipaggi della polizia.

Tutti i sistemi di allarme, emergenza ed evacuazione sono scattati immediatamente.

Tutti gli altri pazienti sono stati subito trasferiti in un area sicura dai dipendenti in turno. L’intero reparto è stato poi evacuato e reso inagibile.

L’ospedale, ha tempestivamente comunicato come tutti i materiali presenti nella stanza fossero ignifughi e a norma di legge.

Simone Gussoni