Una tragedia ha sconvolto il personale dell’ospedale San Giuseppe Moscati di Aversa. L’infermiere Claudio Di Mauro è stato visto andare via dal reparto di rianimazione nel quale lavorava poche ore prima del gesto estremo, per non farvi mai più ritorno.

La tragedia è avvenuta nella notte tra sabato e domenica. A scoprire il corpo privo di vita è stato il figlio dell’infermiere, quando ormai non c’era però più nulla da fare.

Non sarebbero ancora chiari i particolari della vicenda avvenuta la notte scorsa e che ha gettato nello sconforto i colleghi che non lo hanno più visto arrivare a lavoro. L’infermiere aveva 53 anni.

Da circa 3 anni si era separato dalla moglie, decidendo di tornare a vivere nell’abitazione della madre. Aveva due figli di 19 e 22 anni. Uno dei due (Francesco), si era trasferito per stargli vicino, poiché stava attraversando un momento difficile.

Claudio aveva chiamato il figlio poche ore prima della morte, per aiutarlo ad impostare la sveglia sullo smartphone, poiché all’indomani avrebbe dovuto fare il turno di mattina. Quando Francesco è rientrato in casa, ha rinvenuto il corpo del padre privo di vita.

Simone Gussoni