Infermiere travolto da una valanga: il cordoglio di Opi Bergamo

E’ deceduto a soli 42 anni Claudio Rossi, collega del 118 dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII.

Un paio di settimane fa Claudio Rossi aveva pubblicato su Facebook il video di un volo in elicottero sulle montagne innevate di Bormio. Ma proprio quelle vette che amava tanto, mercoledì 13 gennaio, lo hanno tradito. Il 42enne di Ghiaie di Bonate, sposato con Ivana e padre di Martina (sei anni) e di Pietro (tre anni), è deceduto in seguito alle gravi lesioni riportate dopo una valanga in Valle Imagna. Si è spento all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove lavorava come infermiere dell’Unità operativa del 118.

Mercoledì mattina, approfittando della giornata libera, con un collega era salito fino a Brumano per un’escursione tra la neve. Intorno alle 9:30 una valanga con un fronte di 50 metri li ha travolti. Rossi è finito 300 metri a valle, nei pressi della Costa del Palio. L’amico è riuscito a salvarsi aggrappandosi a un albero e ha lanciato l’allarme. Sul posto sono arrivati i volontari del Soccorso Alpino e tre elicotteri da Bergamo, Como e Sondrio. Intorno a mezzogiorno il 42enne è stato ritrovato dall’unità cinofila da valanga del Cnsas, sotto una settantina di centimetri di neve, contro un albero. L’uomo è stato recuperato già in arresto cardiaco ed è morto al Papa Giovanni, dove era stato trasportato per tentare il tutto per tutto.

Amante dello sport e delle gare di corsa, Claudio Rossi era una persona molto conosciuta e stimata tra i sanitari bergamaschi. Aveva iniziato una ventina d’anni come volontario della Croce Rossa. Poi il passaggio nell’area critica dell’ospedale di Bergamo come infermiere in Medicina. Ma da appassionato di elicotteri, un paio di anni fa aveva realizzato il sogno di far parte dell’unità operativa e dell’elisoccorso. Per comprendere la caratura della persona e del professionista basta aprire la sua bacheca Facebook. Poche ore dopo la tragedia che l’ha strappato al sorriso dei suoi due figlioletti e all’amore di sua moglie, sono numerosi i messaggi di cordoglio e di affetto pubblicati da amici, colleghi e pazienti, che domani alle 10 saranno a Bonate Sopra per l’ultimo saluto.

Cordoglio è stato espresso anche da Opi Bergamo: “Siamo attoniti e addolorati nell’apprendere la notizia della scomparsa del collega Claudio Rossi, infermiere del 118, dipendente dell’ASST Papa Giovanni XXIII, grande professionista, istruttore preparato, amico leale, scialpinista esperto, amante delle nostre montagne, marito e padre. Le più sentite condoglianze da tutta la popolazione infermieristica bergamasca alla famiglia, agli amici, ai colleghi. Coloro che amiamo e che abbiamo perduto non sono più dove erano, ma sono ovunque noi siamo. Ciao, Claudio”.

Redazione Nurse Times

Fonte: Bergamo News

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Infermieri e vaccini: ne è valsa la pena?

CARE PFIZER, BIONTECH, MODERNA, ASTRA ZENECA... avrei da porvi una semplice domanda: MA NE È…

14 ore ago

Coronavirus, spuntano i “furbetti” della vaccinazione

A Padova si è scoperto che alcuni insegnanti fissavano un doppio appuntamento, cedendo poi una…

17 ore ago