Infezioni sessualmente trasmesse: casi in aumento

Il rapporto dell'Istituto Superiore di Sanità rivela un incremento generale del 40% negli ultimi 27 anni, soprattutto tra il 2000 e il 2018. I dati…

Il rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità rivela un incremento generale del 40% negli ultimi 27 anni, soprattutto tra il 2000 e il 2018.

I dati aggiornati ed elaborati dal Centro operativo Aids (COA) dell’Iss rivelano che le infezioni sessualmente trasmesse (IST) sono aumentate del 40% negli ultimi 27 anni, specie dal 2000 al 2018, e rimangono in costante aumento soprattutto nella popolazione maschile, con alcune di esse addirittura raddoppiate o triplicate.

Il rapporto completo relativo ai due sistemi di sorveglianza sentinella delle IST attivi in Italia è consultabile sul Notiziario dell’Iss, dal quale si evince che l’impennata dei casi di infezione dal 2000 al 2018 riguarda soprattutto la Chlamydia trachomatis, con una percentuale del 30% più nel 2018 rispetto all’anno precedente. I casi di tale infezione riguardano soprattutto i giovani tra i 15 e i 24 anni, che mostrano una prevalenza di infezione tripla rispetto ai soggetti di età superiore.

In aumento anche la gonorrea, con casi di infezione raddoppiati negli ultimi tre anni.

I condilomi ano-genitali, triplicati rispetto al 2000, si sono invece stabilizzati negli ultimi quattro anni, probabilmente grazie alla vaccinazione anti-Hpv. La sifilide è raddoppiata nel 2018 rispetto al 2000 negli uomini eterosessuali e nelle donne, mentre negli MSM (maschi che fanno sesso con maschi) si è assistito a un incremento di circa dieci volte. Sono in lieve aumento anche l’herpes genitale e altre IST.

La prevalenza di Hiv appare in diminuzione dopo il picco del 2016. Ciononostante nel 2018, tra le persone con una IST confermata, la prevalenza di Hiv è stata circa 55 volte più alta di quella stimata nella popolazione generale italiana. Questi risultati confermano come le persone con IST costituiscano una popolazione ad alto rischio per Hiv e sottolineano l’urgenza di una proposta attiva del test Hiv alle persone che afferiscono ai centri IST.

Redazione Nurse Times

 

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Nursing up: Adi famiglie italiane si unisce alla manifestazione nazionale del prossimo 15 ottobre a Roma.

De Palma: «L’associazione che tutela i diritti delle famiglie dei pazienti costretti a degenza domiciliare,…

15 minuti ago

Malattie Rilevate Attraverso gli Occhi

L’occhio umano é suscettibile a diverse condizioni e può essere un indicatore di numerose malattie.…

2 ore ago

Milano, meningioma operato per la prima volta con un robotiscopio

L'intervento è stato eseguito all'ospedale San Raffaele con un macchinario che il chirurgo può comandare…

2 ore ago

Coronavirus, positivo morto durante i soccorsi: indagati 4 operatori del 118

La tragedia è avvenuta per strada, mentre la vittima tentava di raggiungere a piedi un'ambulanza…

4 ore ago