Un bambino di 2 anni che aveva riportato gravissime lesioni all’esofago ingerendo accidentalmente della soda caustica è stato sottoposto ad un particolare intervento chirurgico per la ricostruzione dell’esofago.

Trascorsi due mesi dall’incidente che portò il piccolo ad essere sottoposto alle prime cure dei sanitari dell’ospedale Infantile di Alessandria, gli specialisti hanno iniziato a pianificare un delicato intervento di ricostruzione dell’esofago danneggiato, utilizzando un segmento del colon.

Per la prima volta in Italia, tale procedura è stata eseguita totalmente grazie alla chirurgia robotica attraverso l’uso del “Robot Da Vinci”.

Il piccolo è stato trasferito presso il blocco operatorio dell’ospedale civile di Alessandria. Li, tre distinte équipe chirurgiche si sono alternate nell’arco di oltre 9 ore: prima gli otorinolaringoiatri, poi cardiochirurgo e chirurgo toracico, e infine i chirurghi pediatrici per la fase di trasposizione del segmento di colon.

Superata la fase di degenza postoperatoria, il bimbo ha potuto fare ritorno a casa.

Come è prassi fare in casi simili, la notizia è stata divulgata diverse settimane dopo, potendo ora considerare l’intervento perfettamente riuscito.

Alessio Pini Prato, direttore della Chirurgia pediatrica ha commentato l’evento: «La storia di questo bambino rappresenta in tutto e per tutto l’esempio virtuoso di un sistema sanitario nazionale che se vuole, riesce a mettere in campo eccellenze uniche».«La collaborazione, la multidisciplinarietà e la passione dimostrate da tutti gli operatori in quest’occasione hanno dimostrato le potenzialità enormi dell’Azienda ospedaliera di Alessandria, la profonda umanità verso il paziente, la tensione verso l’innovazione» commenta il direttore generale Giacomo Centini.

Simone Gussoni