Il tasso di infezioni da papilloma virus si è drasticamente ridotto negli ultimi anni. Buone speranze di eradicare il tumore cervicale.

Dati resi noti da Public Health England rivelano che in Inghilterra il tasso di infezioni da papilloma virus (Hpv) è sceso dal 15% a meno del 2% nelle ragazze di età compresa tra 16 e 18 anni. In pratica, le infezioni stesse sono quasi scomparse dopo l’introduzione del programma di vaccinazione nelle scuole iniziato nel 2008. Secondo quanto riferisce il Guardian, tali dati alimentano la speranza che nei prossimi anni ci possa essere un drastico calo dei casi di tumore cervicale, che proprio nell’Hpv trova una delle cause principali e che spesso è diagnosticato tra i 25 e i 29 anni. Di pari passo, nelle ragazze sono diminuite drasticamente anche le lesioni genitali, passate dal 7-10% del 2010 al 4% del 2017. La copertura vaccinale per l’Hpv è molto alta in Inghilterra: l’83,9% delle bambine di nove anni ha ricevuto le due dosi. Solo l’anno scorso, invece, ha preso il via la vaccinazione dei maschi. In totale, sono state somministrate oltre 11 milioni di dosi di vaccino. «Migliaia di donne e uomini in meno avranno una diagnosi di tumore grazie alla vaccinazione contro l’Hpv – commenta il ministro della Salute, Nicola Blackwood. È incredibile pensare che questa vaccinazione ci sta aiutando a eradicare il tumore cervicale». Redazione Nurse Times