La Fials annuncia la rottura delle relazioni Sindacali con USL Imola, attivazione Prefetto e Sciopero Generale

Riceviamo e pubblichiamo la nota della Fials della Provincia di Bologna che annuncia la rottura della Relazioni Sindacali con l'azienda sanitaria di Imola "FIALS, Federazione…

Riceviamo e pubblichiamo la nota della Fials della Provincia di Bologna che annuncia la rottura della Relazioni Sindacali con l’azienda sanitaria di Imola

“FIALS, Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità, Provincia di Bologna, Sigla Sindacale maggiormente rappresentativa a livello nazionale e firmataria del CCNL, aderente alla Confederazione Sindacale CONFSAL che conta su l’intero territorio nazionale oltre 1.000.000 di iscritti e nella sola Provincia di Bologna oltre 2.600 iscritti confermandosi il primo sindacato rappresentativo dei lavoratori della sanità provinciale, a trasmettere con nota in allegato comunicato stampa riguardante la rottura delle relazioni sindacali con Azienda USL Imola.

L’Azienda dichiara di essere vicina alla copertura del turn-over del 100/120%, ma come spiega gli oltre 1.000.000 di euro spesi per lo straordinario nel 2018, circa la stessa somma per il 2019 per i soli 1.460 dipendenti del comparto?

Basti pensare che le stesse somme sono state evase dall’Ausl Bologna e Sant’Orsola con relativamente circa 6.

400 dipendenti la prima e 4.400 l’Azienda Ospedaliera.(in allegato schema spesa fondi 2018/2019).

Numeri che rapportati indicano chiaramente la sofferenza in cui riversano da sempre i dipendenti dell’USL di Imola costretti a doppi turni e continui rientri da riposi e ferie, il tutto architettato per sperperare i fondi dei lavoratori e tutelare il risparmio del bilancio aziendale, semplicemente non integrando adeguatamente la cronica carenza degli organici con sufficiente personale.Abbiamo già intrapreso uno stato di agitazione con relativa procedura di raffreddamento/conciliazione in Prefettura a Bologna per la quale è previsto l’incontro per il giorno 16 dicembre.

In programma uno sciopero generale di 24 ore sotto le Due Torri, che coinvolgerà i circa 14.000 dipendenti del comparto di tutte e 4 le Aziende Sanitarie dell’area Metropolitana con un potenziale blocco delle principali prestazioni sanitarie”.

Redazione Nurse Times

Allegato

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Successo del farmaco da anticorpi Covid: “Primi pazienti dimessi”

Successo per la sperimentazione clinica contro il coronavirus di un farmaco composto dagli anticorpi al…

5 ore ago

Infermiera anti-Covid-19 in vacanza rianima donna colta da malore

Una donna sulla cinquantina che si trovava a Formentera è stata strappata a morte certa…

8 ore ago

Coronavirus in Puglia, Lopalco parla di “seconda ondata”

"Il virus è cambiato? L'estate ci aiuta? Non penso. Penso invece che i casi registrati…

12 ore ago

Niente piĂą aghi per somministrare insulina grazie ad un sistema a magneti: i risultati della ricerca

La terapia insulinica potrebbe, in un futuro prossimo, non dover essere piĂą somministrata esclusivamente per…

12 ore ago

Truffe e falsi referti di una ginecologa di Chieti

Dei reati di truffa e falsi referti deve rispondere una ginecologa abruzzese. All'origine delle indagini…

1 giorno ago

Covid, Brindisi, esposto all’Ordine dei medici: «Contagiato dal primario»

Esposto all’Ordine dei medici di Brindisi dal figlio di un paziente ricoverato in Chirirurgia generale…

1 giorno ago