La Fials contro i vertici della ASL BA “…domani 31/12/2019 scadono i contratti di lavoro di oltre 150 dipendenti, tra medici e personale sanitario e nessuno si preoccupa!”

​Preoccupazione per la tenuta della sanità pugliese. L’allarme lanciato dalla Fials sulle scadenze del personale sanitario che, a quanto pare, non essendo stati prorogati, rischiano di lasciare un buco nelle dotazioni organiche difficile da colmare.

La denuncia della Fials in una nota firmata dal Segretario Generale Massimo Mincuzzi:

“Nel mentre il Presidente Emiliano partecipa giornalmente alla sottoscrizione di contratti di lavoro in tutti gli Enti e Aziende Sanitarie della Puglia, nessuno si preoccupa invece di ciò che accadrà il 1 gennaio 2020 nelle strutture sanitarie della ASL BA, che avrà turni di servizio scoperti nelle corsie degli ospedali e nei servizi sanitari del territorio.

​Infatti domani scadono i contratti a tempo determinato di oltre 150 operatori sanitari della ASL BA, senza che la Direzione Generale si sia preoccupata per tempo di prorogarli, mettendo i Coordinatori dei reparti e dei servizi sanitari nella impossibilità di predisporre la corretta turnazione di servizio del mese di GENNAIO 2020, a causa della mancata proroga dei contratti.

​I turni dei reparti della ASL BA, a partire dal 1 gennaio2020 non possono quindi a tutt’oggi contare sulla prestazione lavorativa di questi lavoratori precari, perché per evidente noncuranza e sottovalutando le ricadute negative sull’assistenza, nonostante la necessità di garantire adeguati livelli di assistenza, non si è proceduto ancora alla proroga dei contratti.

​Non possiamo credere che l’Area Gestione del Personale della ASL BA non abbia provveduto, come di consueto, alla predisposizione degli atti di proroga, me qualora fosse così,la Direzione Generale della ASL BA dovrebbe valutare immediatamente dal punto di vista disciplinare eventuali inadempimenti dei dirigenti degli Uffici.

​Ma se così non fosse chiediamo al Presidente Emiliano di disporre un’immediata ispezione presso la Direzione Generale della ASL BA, al fine di valutare eventuali colpevoli condotte che, non procedendo alla proroga dei contratti a tempo determinato di 150 operatori sanitari tra medici e non medici, rischiano di mettere a rischio la continuità assistenziale”.

Redazione Nurse Times