La sterilizzazione è un processo, fisico o chimico, che porta alla distruzione di tutte le forme vitali in particolar modo tutti i microorganismi in forma vegetativa ed allo stato di spore sia patogeni che saprofiti.

La sterilizzazione è intesa come il risultato finale di un processo, che tende a garantire la condizione in cui la sopravvivenza dei microrganismi è altamente improbabile. Una popolazione di oggetti è considerata sterile se un oggetto su un milione è contaminato. Un materiale viene definito sterile se il SAL (livello di sicurezza di sterilità) è inferiore a 10−6; cioè quando le probabilità di trovarvi un microrganismo sono inferiori ad una su un milione.

Il personale che esegue attività che influenzano la qualità del prodotto deve essere competente sulla base di un adeguato grado di istruzione, addestramento, abilità ed esperienza (UNI EN ISO 13485).

Operatore socio-sanitario in centrale di sterilizzazione

Gli operatori sanitari (coordinatore infermiere, infermiere, operatore sociosanitario)
che operano in una centrale di sterilizzazione o comunque quotidianamente svolgono la loro attività in questo campo, necessitano di competenze e abilità specifiche per rispondere alla continua evoluzione delle norme e della tecnologia sanitaria presente nell’ambito della sterilizzazione.

In questo ambito si ritiene opportuno sottolineare che la responsabilità infermieristica si differenzia da quella dell’OSS in quanto:

  • l’infermiere ha la responsabilità dell’intero processo di sterilizzazione;
  • l’OSS ha la responsabilità di eseguire in modo efficace e sicuro le attività
    che gli sono affidate.
Competenze tecniche e attività dell’OSS

Qui potete scaricare la tabella dettagliata con l’elenco delle competenze e delle attività dell’Oss: Oss- Sterilizzazione

Si precisa che solo l’OSS con formazione complementare e adeguatamente formato può operare durante la fase di sterilizzazione.

Conclusioni

L’OSS, sulla base di protocolli/istruzioni operative e del piano delle attività:

  • sviluppa competenze tecniche nelle singole fasi del processo anche sul
    principio dell’attribuzione delle competenze;
  • esprime competenze di tipo trasversale relative alla sicurezza
    dell’operatore stesso e dell’ambiente;
  • sviluppa competenze di tipo organizzativo relativamente al suo ruolo
    e alle interfacce che l’Unità operativa ha con i servizi utilizzatori di
    materiali sterilizzati.

In conclusione L’Oss è una figura cardine nella centrale di sterilizzazione e durante tutto il processo. Operatore Socio Sanitario ha il dovere di eseguire correttamente le sue attività e ne risponde, insieme all’infermiere che coordina tutto il processo, in caso di errori.