Un’ennesima aggressione si è verificata a danno di un’infermiera per opera di un famigliare di un paziente ricoverato presso l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

Il parente avrebbe malmenato l’infermiera di turno nel reparto di Medicina dopo aver ricevuto una risposta negativa alla domanda di poter visitare il proprio caro in piena notte.

Erano di fatto le ore 22 passate, e la maggior parte dei degenti stava dormendo già da tempo. La donna, desiderosa di salutare il parente, avrebbe colpito l’infermiera che le tentava di impedire l’accesso al reparto con numerosi pugni. Solo l’intervento degli uomini della Polizia ha permesso di ristabilire l’ordine.

La dipendente ospedaliera è dovuta ricorrere alle cure dei colleghi del Pronto Soccorso in seguito all’aggressione subita. Gli agenti hanno raccolto le testimonianze ed ora attendono la denuncia formale della professionista, per poter avviare le indagini per l’aggressione e per l’interruzione di pubblico servizio.

I dirigenti Asl hanno programmato un incontro per cercare di capire cosa non abbia funzionato e per quale motivo l’ospedale fosse accessibile a chiunque in tale orario.

Simone Gussoni