L’infermiera Paola Obbia unica finalista sanitaria al Professional Achievement Award degli Study UK Alumni Awards 2021

Paola Obbia, infermiera, docente in infermieristica in Piemonte e presidente dell’Associazione Infermieri di Famiglia e di Comunità, ha conseguito un titolo di studio anche all’UWS, Università della Scozia Occidentale, dove è stata la prima Infermiera ad ottenere il Master of Science, ed è stata selezionata come finalista per il Professional Achievement Award nella regione dell’UE agli Study UK Alumni Awards 2021, arrivando tra le tre finaliste, unica del settore sanitario, della sezione “Premio per la realizzazione professionale”, vinta poi da una rappresentante del settore bancario.

Le premiazioni si sono svolte venerdì 26 febbraio per celebrare gli eccezionali risultati degli ex alunni dell’Università GB nell’Ue e hanno mostrato “l’impatto e il valore dell’istruzione superiore del Regno Unito”, come spiegano le motivazioni.

I vincitori dei premi e i finalisti sono considerati leader nei loro campi e hanno utilizzato la loro esperienza di studio in un’università del Regno Unito per dare un contributo positivo alle loro comunità professionale nel loro paese.

Il Professional Achievement Award riconosce gli ex alunni che si sono distinti attraverso una leadership esemplare e risultati nel loro settore professionale e che possono dimostrare l’impatto e la portata dei loro risultati nella loro professione e oltre.

Paola Obbia, è un’infermiera di famiglia e di comunità impegnata a portare questo nuovo ruolo nelle cure primarie italiane. Ha svolto attività di coordinamento oltre a essere una dei co-fondatori dell’Associazione Italiana Infermieri di Famiglia e di Comunità della quale è presidente. Studiare in un’università britannica, sottolinea la motivazione della selezione, ha incoraggiato Paola Obbia a pensare in modo diverso al suo ruolo e l’ha aiutata a sviluppare il pensiero critico e creativo necessario per migliorare la pratica. L’ha anche aiutata a esplorare letteratura medica e infermieristica e il suo linguaggio. Oggi condivide la sua esperienza con professionisti e stakeholder in Italia e all’estero, avendo prestato servizio anche nella Commissione Europea in iniziative di partenariato europeo per l’innovazione su Active e Invecchiamento in buona salute (EIPonAHA). Paola Obbia ha conseguito un Master di Science in Health Studies (Family Health) all’Università della Scozia occidentale.

“Parte del mio ruolo professionale – ha dichiarato – è stato collegato al mio percorso di apprendimento nel programma di Studi Sanitari (Family Health) del Corso di Laurea magistrale. Il mio progetto di ricerca mirava a comprendere la consapevolezza dei professionisti dell’assistenza primaria della condizione fragile negli anziani e le possibilità di prevenire il passaggio alla disabilità”.

Clair Graham, Senior Lecturer presso la School of Health and Life Sciences di UWS, ha scelto Paola Obbia per il premio e ha dichiarato: “Sono felice che Paola sia stata riconosciuta come finalista del Professional Achievement Award. Paola è elogiata da tutti per la sua leadership e padronanza all’interno di Family and Community Nursing in tutta Italia, e per il suo prezioso contributo di ricerca e pubblicazioni per aiutare la fragilità degli anziani.

Julie Edgar, preside della School of Health and Life Sciences di UWS, ha dichiarato: “È un risultato incredibile per Paola Obbia essere riconosciuta agli Study UK Alumni Awards 2021. Siamo tutti estremamente orgogliosi di lei e del lavoro vitale in cui è coinvolta per sostenere il Sistema Italiano di Assistenza Primaria. La candidatura di Paola è anche un importante riconoscimento del valore delle nostre lauree e le auguriamo buona fortuna per i prossimi premi”.

A Paola Obbia le congratulazioni della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche, oltre che per il risultato conseguito, anche per aver tenuto alto il prestigio dell’infermieristica italiana in Europa.

Redazione Nurse Times

Fonte: Fnopi.it

Dott. Simone Gussoni

Il dott. Simone Gussoni è infermiere esperto in farmacovigilanza ed educazione sanitaria dal 2006. Autore del libro "Il Nursing Narrativo, nuovo approccio al paziente oncologico. Una testimonianza".

Leave a Comment
Share
Published by
Dott. Simone Gussoni

Recent Posts

Vaccini, Grillo (M5S): approvata nostra mozione per sospensione temporanea brevetti e licenze obbligatorie.

Aumentiamo produzione garantiamo copertura a tutti ROMA, 24 MAR - “ I ritardi nelle forniture…

3 ore ago

DIVOC: il ventilatore polomonare a minimo consumo di ossigeno, un progetto made in Italy

È stato sviluppato un nuovissimo dispositivo per la ventilazione non invasiva a pressione positiva continua…

5 ore ago

Vaccino anti-Covid Sinovac sicuro nei bambini dal 3 ai 17 anni

Il vaccino anti-Covid-19 dell'azienda farmaceutica cinese Sinovac è sicuro nei bambini di età compresa tra 3 e 17 anni.…

6 ore ago

Sanitari sospesi per aver rifiutato il vaccino, facciamo chiarezza

Nelle scorse ore si era diffusa la notizia di 10 lavoratori di una RSA a…

7 ore ago

Milioni di vaccini Astrazeneca nascosti in Italia

Milioni di vaccini di AstraZeneca sarebbero nascosti in Italia e destinati al Regno Unito. Si…

9 ore ago

La Regione Puglia vuole sostituire gli Infermieri con gli OSS specializzati?

La dura presa di posizione degli OPI della Puglia La grave carenza di Professionisti infermieri…

10 ore ago