Un nuovo riconoscimento internazionale andrà ad arricchire la già folta bacheca del dott. Gianluca Pucciarelli, infermiere e ricercatore romano 37enne insignito poco più di un mese fa con un altro prestigioso titolo.


Pucciarelli è stato difatti inserito quale membro ufficiale dello Stroke Nursing Committee dell’American Heart Association, diventando il primo e unico infermiere italiano a farne parte.Questa volta sarà invece premiato per aver realizzato il miglior articolo scientifico dell’anno vincendo il premio “Best Clinical Article of the Year Award”.


La premiazione avrà luogo a Philadelphia il prossimo 16 novembre, nel corso dello Scientific Session Congress dell’American Heart Association.
Il ricercatore ha sbaragliato la concorrenza con l’articolo dal titolo “Quality of Life Trajectories Among Stroke Survivors and the Related Changes in Caregiver Outcomes: A Growth Mixture Study”.

È stato lo stesso autore ad illustraci i punti salienti del suo elaborato:

Abbiamo identificato diverse traiettorie di salute nei pazienti con ictus e analizzato le possibili interazioni con variabili del familiare (ansia, depressione e Burden).


Abbiamo poi osservato che queste variabili hanno  avuto un andamento variabile e correlato alla situazione clinica dei pazienti. Ciò ha permesso di dimostrare ancora una volta quanto paziente e familiare siano interdipendenti
.”


Pucciarelli ha poi concluso la presentazione del proprio lavoro spiegando di “aver dimostrato come l’ictus non sia solo una patologia che colpisce il paziente ma indirettamente anche lo stato di saluto del familiare”.


Tale progetto è stato realizzato dal team di ricercatori dell’Università di Tor Vergata, diretto dalla Prof. Rosaria Alvaro.  Tutto ciò è stato reso possibile grazie al finanziamento del CECRI dell’OPI di Roma

Simone Gussoni