Il 2020 sarà l’anno degli infermieri: si tratterà di “un’opportunità unica per rendere onore agli infermieri e al contributo che forniscono alla salute mondiale.”

L’International Council or Nurses (ICN) e la campagna mondiale Nursing Now hanno il piacere di supportare l’iniziativa del World Health Organization Executive Board (WHO EB). Il 2020 sarà ufficialmente “l’Anno dell’Infermiere e dell’Ostetrica”

La conferma ufficiale è stata data ieri sera a Ginevra dal dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Spetterà adesso alla World Health Assembly definire il tutto, nel corso dell’incontro di maggio.

Il 2020 sarà il 200º anniversario della nascita di Florence Nightingale. Riconoscendo il suo contributo nei campi della salute e dell’umanità, il dr. Tedros ha dichiarato che “gli infermieri e le ostetriche svolgono un ruolo vitale nel fornire salute ad ogni persona nel mondo.

Annette Kennedy, presidente dell’ICN, ha sottolineato come “questa eccitante proposta di dedicare un anno ad infermieri e ostetriche permetterà di elevare i profili di infermieri e ostetriche sottolineando l’importanza di avere professionisti sempre più formati. Occorrono investimenti per la selezione del personale e strategie mirate finalizzate alla rimozione delle barriere che impediscono lo sviluppo delle competenze avanzate degli infermieri.”

Lord Nigel Crisp, Co-Chairman della campagna Nursing Now ha dichiarato quanto segue:

“Siamo lieti di accogliere calorosamente la proposta del dott. Tedros di rendere il 2020 un anno dedicato alle celebrazioni globali di infermieri e ostetriche. Loro sono il cuore di qualsiasi équipe sanitaria; migliorando e promuovendo il loro ruolo, i paesi del mondo otterranno migliori outcome per tutte le persone.”

La proposta è stata accettata dai membri dell’Executive Board durante la 144º sessione. ICN ha colto l’opportunità di intervenire durante la WHO EB, sollecitando il ministro della Salute a supportare attivamente lo sviluppo dell’WHO’s State of The World Nursing Report e la collaborazione attiva dei leader dell’Infermieristica.

Simone Gussoni