L’OPI Catania: i giovani della Consulta, docenti per un giorno

Promuovere iniziative di educazione sanitaria sui principali problemi di salute dei giovani è un obiettivo fondamentale per migliorare la salute della nostra nazione e di…

 

Si susseguono le iniziative in collaborazione tra l’OPI (Ordine delle Professioni Infermieristiche) di Catania e la Consulta giovanile nell’ambito del progetto “Educazione Sanitaria”

L’educazione alla salute dovrebbe essere parte integrante della missione primaria delle scuole. Fornire ai giovani le conoscenze e le abilità di cui hanno bisogno perché possano diventare discenti di successo e un giorno non lontano, adulti sani e produttivi, dovrebbe essere una parte fondamentale di un programma generale di salute scolastica.

Risale, peraltro, a qualche anno fa, 2007, un Protocollo d’intesa tra il Ministero della Pubblica Istruzione e il Ministero della Salute, che ha permesso di mettere in campo una serie di iniziative di carattere nazionale volto a sensibilizzare gli studenti sui corretti stili di vita per mantenere la salute e prevenire o gestire al meglio patologie croniche.

Anche nel Piano Nazionale della Prevenzione 2010/2012, si sottolinea la necessità di realizzare un’alleanza tra i diversi dicasteri e i diversi ambiti, per mettere in stretto contatto gli operatori sanitari e gli studenti.

Peccato che nella realtà siano pochi i casi in cui si riesca a realizzare concretamente questo impegno.

Nella giornata di sabato 17 novembre 2018, i giovani infermieri si sono impegnati nel far conoscere il percorso formativo e professionale dell’infermiere e le principali manovre di Primo Soccorso, anche grazie all’uso di manichini didattici. Gli Studenti del Liceo “Principe Umberto di Savoia” così come la Dirigente Scolastica ed i Docenti intervenuti hanno molto gradito ed attivamente partecipato!

L’OPI di Catania insieme alla Consulta Giovanile, che è un organo consultivo venutosi a costituire nel dicembre 2017 dopo approvazione del Consiglio Direttivo dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Catania (OPI), tra i suoi punti di forza ha quello di creare e supportare eventi volti alla promozione della figura dell’infermiere, e quale miglior occasione se non andare nelle scuole per veicolare questo messaggio?

Promuovere iniziative di educazione sanitaria sui principali problemi di salute dei giovani è un obiettivo fondamentale per migliorare la salute della nostra nazione e di questo ne sono consapevoli i giovani infermieri della Consulta e del Direttivo stesso dell’OPI di Catania, che hanno realizzato questo progetto educativo.

Progetto che, probabilmente non rimarrà isolato, l’OPI Catania continuerà a promuovere progetti educativi e non solo nelle scuole, perché la conoscenza e la consapevolezza fanno la differenza nella scelta di stili di vita consapevoli. Un plauso va riconosciuto ai giovani infermieri della Consulta che si sono impegnati, a titolo gratuito, in questa iniziativa.

 

Rosaria Palermo

Rosaria Palermo

Infermiera dal 1994. Attualmente, infermiera specialista del rischio infettivo presso l'ARNAS Garibaldi di Catania. Ho una laurea magistrale e due Master, uno in Coordinamento e l'altro in Management del rischio infettivo. Faccio parte del Direttivo di ANIPIO (Società Scientifica degli Infermieri Specialisti del Rischio Infettivo) dal 2016. Penso che lo scatto nella nostra professione debba essere culturale, prima di ogni cosa. Nelson Mandela diceva che la conoscenza è l'arma più potente di cui gli esseri umani dispongano, ed è ciò che permetterà alla nostra professione di ritagliarsi gli spazi che le competono.

Leave a Comment
Share
Published by
Rosaria Palermo

Recent Posts

Coronavirus, OMCeO Roma: “sanità divisa in compartimenti stagni”

Continuiamo a vedere la sanità divisa in compartimenti stagni quando invece è composta da equipe…

31 minuti ago

Infermieri e Professionisti sanitari al via nelle 24 ore la quarantena a scacchiera

Dopo le promesse degli ultimi mesi, rispetto a nuove assunzioni di personale per fronteggiare i…

1 ora ago

Brescia, inaugurato ambulatorio per lo studio del microbiota intestinale

L'iniziativa porta la firma della Fondazione Poliambulanza. Colite, intestino irritabile, malattie infiammatorie del colon. Tutte…

3 ore ago

Caffè a digiuno dopo aver dormito male: meglio di no

A questa conclusione è giunto uno studio pubblicato sul British Journal of Nutrition. Secondo uno…

4 ore ago

Coronavirus, ok dell’Aifa a studio clinico su farmaco a base di raloxifene

Presto al via la sperimentazione sull'uomo di un prodotto contenente la molecola già utilizzata in…

5 ore ago

Coronavirus, Opi Trento: “Necessario investire nella sanità pubblica”

Il presidente Pedrotti sottolinea la difficile situazione degli infermieri in ospedali e Rsa. "Non dateci…

6 ore ago