La vicenda di un passeggero colto da malore a bordo di un FlixBus avrebbe potuto trasformarsi in tragedia, se non si fosse trattato di una delle molte chiamate improprie al Numero Unico dell’Emergenza.

Un equipaggio del 118 è stato inviato in urgenza alla stazione del pullman di Bari, non trovando però alcuna vittima da curare o rianimare all’arrivo.

Incredibilmente l’autista del pullman, per non giungere in ritardo a destinazione, ha comunicato alla vittima di malore di non poter attendere ulteriormente sulla piazzola di sosta, abbandonando la stessa prima dell’arrivo del mezzo di soccorso.

La centrale operativa ha pertanto ricontattato il paziente, dando inizio ad un’incredibile rincorsa dell’autobus da parte del centro mobile di rianimazione.

È stato il paziente stesso a comunicare costantemente la posizione del mezzo di trasporto low-cost sul quale si trovava, venendo raggiunto dal personale del servizio di emergenza dopo una decina di minuti.

Al termine di questa incredibile staffetta a sirene spiegate, i sanitari del 118 hanno constatato come l’uomo non avesse bisogno di alcun genere di cura urgente, consigliandogli di proseguire il proprio viaggio e di recarsi dal medico di famiglia alla fine dello stesso, non trattandosi di una situazione che richiedesse attenzioni mediche immediate.

Simone Gussoni