Manovra, Nursind: “Non si annacqui l’indennità specifica degli infermieri”

Roma, 1 dicembre – “Quella dell’indennità specifica infermieristica è una battaglia che portiamo avanti da mesi e che ci auguriamo non venga annacquata in Legge di Bilancio”. 

Lo afferma, in una nota, il segretario nazionale del Nursind, Andrea Bottega. “Per arrivare a questo primo riconoscimento – continua – abbiamo a lungo sensibilizzato le forze politiche; anche con una pacifica e partecipata manifestazione in piazza Montecitorio lo scorso 15 ottobre.

Questa indennità, dunque, è un primo passo importante per l’intera categoria perché ha un valore, più che economico, simbolico. Significa riconoscere l’infermiere quale unica figura professionale che garantisce la presa in carico e la continuità assistenziale tra i vari setting; come durante questa pandemia è emerso in tutta la sua evidenza”.  

Nursind, quindi, torna a ribadire che “non si tratta di un’offesa, come pure qualcuno ha erroneamente pensato, nei confronti delle altre professioni. Non fosse altro perché la misura in manovra non è una conquista di oggi. L’indennità specifica per gli infermieri, tolta 21 anni fa, viene solo reintrodotta”.

“Siamo fiduciosi che, dopo la sensibilità dimostrata dal governo e da molti parlamentari nell’accogliere le nostre istanze – conclude Bottega -, non ci attendano soprese in manovra. Anche un mezzo ripensamento sarebbe, infatti, per noi un passo indietro clamoroso.

Anzi, coltiviamo la speranza che questo esecutivo faccia un ulteriore sforzo per far sì che l’indennità possa essere erogata agli infermieri già dal primo gennaio, come è previsto per i medici. Siamo nel pieno di una seconda ondata, con personale stremato e ferie revocate, e un sostegno alla categoria sarebbe davvero di grande conforto”.

Ufficio stampa Nursind

Ultimi articoli pubblicati

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Puglia, concorso infermieri: ”Varie forme di pensiero dettate dai propri interessi personali.”

"Egregi Presidenti, Egregio Assessore alla Sanità - Regione Puglia, Egregi lettori e colleghi. Scrivo a…

3 ore ago

Straordinaria vittoria dell’AADI: a Bergamo ora si pagano gli straordinari

Un’infermiera bergamasca ha chiesto alla sede centrale dell’Associazione Avvocatura Degli Infermieri se fosse giusto che…

18 ore ago

Fascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei dati

In relazione alle notizie diffuse nei giorni scorsi, riguardo ad una presunta scadenza dell’11 gennaio…

18 ore ago

Fials: Oltre l’82% delle denunce Inail di contagio dei sanitari vengono da infermieri.

Ospedali inadeguati, subito messa in sicurezza Roma, 22 gen. – “Oltre l'82% delle denunce di…

19 ore ago

Il Fondo di solidarietà #NoiConGliInfermieri: cosa c’è da sapere

La Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche è stata costretta a sospendere, per una…

21 ore ago