Meyer: una nuova aula assistita permetterà ai bambini malati di frequentare la scuola in ospedale

I piccoli pazienti ricoverati all’ospedale pediatrico Meyer, che questa settimana avrebbero dovuto ricominciare la scuola come ogni altro studente, avranno la possibilità di non rimanere…

I piccoli pazienti ricoverati all’ospedale pediatrico Meyer, che questa settimana avrebbero dovuto ricominciare la scuola come ogni altro studente, avranno la possibilità di non rimanere indietro con i programmi di studio.

Ciò sarà possibile grazie ad un’aula studio nuova di zecca, nella quale i ragazzini della scuola secondaria di primo e secondo grado potranno essere seguiti dagli insegnanti della scuola ospedaliera del Meyer. Un gruppo di degenti quindi potrà fare lezione e studiare ricevendo l’assistenza sanitaria necessaria, a seconda del loro quadro clinico.

La campanella è suonata per la prima volta lunedì 16 settembre alle ore 8.00, proprio come è accaduto per migliaia di studenti che frequentano una qualsiasi scuola in Italia.

Questo nuovo spazio, studiato per garantire tranquillità e riparo dai rumori, è attrezzato con una lavagna luminosa e due scrivanie che potranno accogliere i ragazzi di medie e superiori e i loro docenti. 

Ogni mattina, dal lunedì al venerdì, si svolgeranno le attività didattiche mentre il pomeriggio sarà a disposizione dei docenti che fanno parte della rete di scuola ospedaliera e dei docenti volontari coinvolti nel progetto didattico.

La nuova aula studio della secondaria si aggiunge a quella che ospita la scuola primaria, inaugurata all’inizio dell’anno scolastico 2017-2018: in questo modo il Meyer ha completato il restyling dei suoi ambienti didattici.

In occasione dell’inaugurazione, presso la Ludoteca del Meyer, è stato anche rinnovato il protocollo di intesa che garantisce il servizio di scuola ospedaliera. Ciò permetterà a bambini e ragazzi ricoverati in ospedale di poter continuare il loro ciclo di studi senza interruzioni. 

A firmare l’intesa l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, l’Azienda USL Toscana Centro, la Fondazione Meyer e gli insegnanti volontari dell’associazione “Amici del Meyer” che affiancano quelli delle scuole di provenienza nella gestione del percorso scolastico ospedaliero.

La valorizzazione della scuola in ospedale è un altro piccolo tassello di quel processo di umanizzazione delle cure che da sempre sta a cuore al Meyer.

Simone Gussoni

Dott. Simone Gussoni

Il dott. Simone Gussoni è infermiere esperto in farmacovigilanza ed educazione sanitaria dal 2006. Autore del libro "Il Nursing Narrativo, nuovo approccio al paziente oncologico. Una testimonianza".

Leave a Comment
Share
Published by
Dott. Simone Gussoni

Recent Posts

Coronavirus in Europa: l’Italia al quarto posto per contagi

I dati dei contagi dell'agenzia europea European Centre for Disease Prevention and Control, mette la Spagna al primo…

49 minuti ago

Coronavirus e Scuola: il database dei contagi

A pochi giorni dalla riapertura delle scuole comincia la conta dei contagi da Coronavirus. Finora…

2 ore ago

Anche in Calabria obbligo di mascherina all’aperto 24 ore su 24

Con una nuova Ordinanza, la presidente della Regione Calabria Jole Santelli istituisce l’obbligo di utilizzo…

14 ore ago

Covid-19, protestano gli studenti di infermieristica:“Quando ripartono tirocini, esami e lezioni?”

La situazione di migliaia di studenti dei corsi di laurea in Infermieristica continua a rimanere…

16 ore ago

Msc: Diciamo grazie a tutti gli operatori sanitari

Msc Crociere vuole dire grazie all'impegno di tutti i professionisti sanitari nella lotta al Covid-19.…

22 ore ago

Ok al nuovo contratto della sanità privata, dopo 14 anni di attesa

"Sono davvero soddisfatto. Finalmente si è sbloccato il nuovo contratto della sanità privata. Oltre 100.000…

23 ore ago