Un lutto improvviso ha sconvolto la famiglia ed i molti conoscenti di Valerio Nobili, primario di Epatologia, Gastroenterologia e Nutrizione all’ospedale pediatrico Bambino Gesù e docente di Pediatria alla Sapienza, dove era professore associato.

Sarebbe stato vittima di un malore improvviso mentre stava tornando a casa dal lavoro in bicicletta. Si è accasciato morendo così, in piazza Thorvaldsen a Roma, a soli 52 anni.

A nulla sono valsi i soccorsi prestati dai sanitari del 118, che hanno solo potuto constatare il decesso del medico, presumibilmente stroncato da un infarto. “Con il cuore spezzato diciamo addio al nostro carissimo Prof. Valerio Nobili”, ha scritto il Bambino Gesù sulla sua pagina Facebook, pubblicando una foto del pediatra. Tantissimi i commenti al post, molti dei quali da parte dei genitori dei piccoli pazienti del dottore.

“Quando mio figlio di poche settimane arrivò in ambulanza in fin di vita, fosti tu a prenderti cura di lui e la tua umanità e professionalità lo salvò. Ti dobbiamo la vita, di mio figlio e di tutti noi. Sono certo che avrai un posto degno di te lassù. Non ti dimenticherò mai”

Questo è solo uno delle centinaia di messaggi di addio al dottor Valerio Nobili, conosciuto, stimato e amato medico del Bambino Gesù, lasciati dai suoi pazienti sui social network.

Carlo Picozza aggiunge su Repubblica: “Se n’è andato un grande ricercatore”, commenta Il direttore della Pediatria dell’Umberto l, Bruno Marino, “un amico fraterno, un uomo gioviale”. Nobili, 52 anni, aveva al suo attivo oltre 200 pubblicazioni scientifiche ed era considerato nella comunità scientifica un punto di riferimento per l’epatologia.