Negli Stati Uniti, un’infermiera ricoprirà la carica di “Surgeon General”

Sylvia Trent-Adams, nominata "Chirurgo Generale degli Stati Uniti" dal Presidente Donald Trump, succedendo così a Vivek H. Martin.

Sylvia Trent-Adams, nominata “Chirurgo Generale degli Stati Uniti” dal Presidente Donald Trump, succedendo così a Vivek H. Martin

È del 21 Aprile c.a. la nomina di “US Surgeon General” del Contrammiraglio Sylvia Trent-Adams, infermiera con più di 24 anni di esperienza all’interno dei “Public Healt Service Corps”.

Si tratta di una carica amministrativa, che riveste importanza apicale, essendo il portavoce delle questioni legate alla salute all’interno del governo federale.

I “Commisioned Corps of the U.S. Public Health Service” rappresentano uno dei sette servizi uniformati degli Stati Uniti, composti da un team di élite di 6500 professionisti della salute altamente qualificati.

Fondati nel 1798, la loro mission è quella di proteggere, promuovere e far progredire la salute e la sicurezza della nazione.

Il loro leader è appunto il “Surgeon General”, nominato dal Presidente e approvato dal Senato, che rimane in carica per 4 anni.

Il Contrammiraglio Trent-Adams è la seconda infermiera a ricoprire questo ruolo. Prima di lei, vi fu Richard Carmona, che possedeva anche il titolo di medico (anche se egli stesso si definiva “il primo infermiere a ricoprire il ruolo di Surgeon General”).

Compiuti gli studi presso la Hampton University per diventare Registred Nurse, ha poi proseguito la sua formazione presso la University of Maryland, ottenendo il dottorato di ricerca e dunque il titolo di PhD.

Ha poi preso servizio presso i “Public Healt Service Corps” nel 1992, impegnandosi in alcune iniziative per migliorare l’acceso alle cure per i più poveri.

E così, mentre nel nostro paese la categoria infermieristica fatica a capire il suo ruolo e le cui competenze difficilmente sono riconosciute, di cui l’identità è poco chiara all’opinione pubblica e ai media, che spesso viene tagliata fuori dalle politiche sanitarie e dalle posizioni di “Alta dirigenza” (eccezion fatta per alcuni rari casi), da Oltreoceano ci arriva l’immagine di questa Infermiera che riveste un’importantissima carica.

Buon lavoro, Rear Adm. Trent-Adams!

 

Fonti:

www.nytimes.com
www.usphs.gov
heavy.com

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Chiuso il caso dell’ex assessore Venturi sulle ambulanze di soli infermieri

Conciliazione tra le parti e transazione. Si chiude così il conflitto tra l'Ordine dei medici…

2 ore ago

L’impatto sulla salute degli infermieri dei turni di 12 ore

Un recente studio è stato condotto per analizzare l'impatto che ha sulla salute mentale degli…

3 ore ago

A chi spetta l’obbligo di iscrizione all’albo infermieri

L’obbligo di iscrizione all’albo infermieri è a carico del datore di lavoro, presso le cui strutture il…

4 ore ago

L’ordine degli infermieri di Napoli diffida l’università Vanvitelli

L’Ordine delle professioni infermieristiche di Napoli ha diffidato formalmente l’Università degli Studi della Campania “Luigi…

4 ore ago

Infermiera vince la causa dopo essersi rifiutata di vaccinarsi contro l’influenza

Si torna a parlare dell'infermiera siciliana si è rifiutata di vaccinarsi contro l’influenza, come stabilito…

5 ore ago