Grande successo per il progetto editoriale denominato NExT (Nurse EXperimental Thesis) targato Nurse Times

Giunge al nostro indirizzo mail redazione@nursetimes.org il lavoro di tesi compilativa del dott. Amoruso Davide dal titolo “Asepsi in sala operatoria: le linee guida comportamentali”, conseguendo il Master di Primo Livello in “Infermieristica  di Sala Operatoria”, presso l’Università degli Studi di Bari “A. Moro”, nell’a.a. 2016 – 2017.


…di  Amoruso Davide

Obiettivo fondamentale per un’azienda ospedaliera è saper garantire determinati standard di sicurezza, nel rispetto sia del paziente che dell’operatore sanitario. Mantenere l’asepsi in sala operatoria rientra in questo disegno e consiste in un insieme di comportamenti specifici volti a prevenire le infezioni ospedaliere correlate all’assistenza.

Le azioni chirurgiche privano il paziente di significative barriere contro le infezioni e ledono la superficie cutanea. Ogni volta che l’integrità della pelle viene violata, come avviene in chirurgia, i microrganismi hanno l’immediata opportunità di invadere i tessuti interni e proliferare al loro interno.

In chirurgia, infatti, devono essere seguite specifiche regole. Queste regole si chiamano tecniche asettiche. La tecnica asettica è la base sulla quale si appoggia praticamente ogni attività chirurgica. Queste regole non sono semplici linee guida, ma vere e proprie leggi della sala operatoria e violarle significa sottoporre i pazienti al pericolo di malattie e/o infezioni.

In aggiunta alle regole dell’asepsi, vengono seguite delle pratiche che assicurino che la sala operatoria sia il più possibile pulita e non patogena. I soggetti sono almeno due: il paziente, che deve essere tutelato e l’operatore, che deve tutelare. Il mantenimento dell’asepsi è una delle pratiche basilari, oltre a linee guida comportamentali per l’asepsi in sala operatoria, ci sono delle regole imprescindibili da seguire per sapere come muoversi nello spazio del blocco operatorio e come evitare che superfici e/o strumenti sterili possano essere contaminati per imperizia.

Le linee guida si dividono in tre aree:

  • sanificazione e sanitizzazione ambientale
  • per il personale dei blocchi operatori
  • confezionamento e sterilizzazione

Attraverso queste tre linee guida gli operatori sanitari potranno ridurre al minimo il fenomeno delle infezioni ospedaliere e garantire il miglior standard di qualità.

Allegato

Tesi “Asepsi in sala operatoria: le linee guida comportamentali”