Nuove forme di sostegno economico per gli studenti di Infermieristica dopo la manifestazione di Firenze

Una rappresentanza di studenti del corso di Laurea in Infermieristica di Firenze, Pisa e Siena è stata ricevuta dalla Commissione Sanità del Consiglio regionale presieduta da Stefano Scaramelli.

La convocazione è stata la naturale conseguenza dell’imponente manifestazione degli studenti organizzata lo scorso 23 novembre. Il malcontento è stato generato dalla sospensione dell’assegno riconosciuto agli universitari.

La commissione, dopo il colloquio, si è impegnata a rivalutare la situazione a votare nella seduta del 7 dicembre un’apposita proposta di risoluzione predisposta dallo stesso Scaramelli che, successivamente, sarà sottoposta al voto del Consiglio.

Ho convocato volentieri i rappresentanti degli studenti in commissione e abbiamo ascoltato attentamente le loro rivendicazioni – racconta Scaramelli – Esattamente un anno fa, la giunta regionale ha deciso di concludere, dopo circa 15 anni, l’esperienza degli assegni di studio. Questa decisione è stata motivata sia per l’attenuarsi della carenza di infermieri registrata negli ultimi anni, che per esigenze di bilancio. Com’è noto – spiega Scaramelli – la questione interessa oltre 3mila giovani in Toscana, per oltre 1800 ore di attività svolte in tre anni negli ospedali. Non vi è dubbio che l’assegno aveva inteso valorizzare il contributo offerto dai tirocinanti delle professioni sanitarie all’interno del sistema sanitario regionale, un contributo che giudico ancora importante. Allora, visto che la stessa delibera del 2015 che metteva fine all’assegno poneva l’obiettivo di attivare “nuove forme di sostegno per gli studenti iscritti ai corsi di laurea delle Professioni Sanitarie”, si tratta ora di dare attuazione a questa intenzione, perché non possiamo lasciare 3mila giovani studenti senza risposte e perché dobbiamo fare in modo che almeno i più meritevoli e bisognosi possano tornare a guardare con serenità al loro futuro formativo e quindi professionale. Perché

– conclude Scaramelli – torno a ripetere: colmare la distanza tra speranze e futuro dei giovani è dovere delle istituzioni e della politica”.

La proposta di risoluzione prevede di impegnare la giunta regionale “a valutare, anche confrontandosi con la commissione consiliare competente, l’attivazione di nuove forme di sostegno per gli studenti iscritti ai corsi di laurea delle Professioni Sanitarie e Scienze Infermieristiche che hanno già intrapreso il corso dei loro studi ed in particolare per coloro che si stanno misurando con il tirocinio formativo negli ospedali toscani; a tenere conto, nella predisposizione di tali forme di sostegno, di elementi di merito e quindi rivolgendosi agli studenti con una media voti adeguata, anche valutando le opportunità offerte dagli strumenti del Diritto allo studio universitario (es. rimborsi mensa, trasporto, parcheggio laddove necessario, etc.), o l’implementazione delle azioni previste dal programma GiovaniSì, con l’utilizzo del Fondo Sociale Europeo, per il sostegno dei tirocini”.

La redazione di Nursetimes in occasione della presentazione della proposta del nuovo Codice Deontologico del collegio ipasvi di Pisa, vi propone l’intervista ad alcuni degli studenti promotori della manifestazione: Marco Balatresi e Karen Rotondi, entrambi rappresentanti UDU Firenze.

Simone Gussoni

Fonti: gonews.it

Dott. Simone Gussoni

Il dott. Simone Gussoni è infermiere esperto in farmacovigilanza ed educazione sanitaria dal 2006. Autore del libro "Il Nursing Narrativo, nuovo approccio al paziente oncologico. Una testimonianza".

Leave a Comment
Share
Published by
Dott. Simone Gussoni

Recent Posts

Asp Reggio Calabria: concorso per 77 infermieri

Con la delibera n°37 del 14/01/2021 l'ASP di Reggio Calabria indice un concorso pubblico a…

5 ore ago

Cellule staminali tumorali e resistenza alle terapie

In molti tumori identificata la presenza di cellule neoplastiche dotate di cellule staminali tumorali (Cancer…

6 ore ago

Infermiere specialista nel rischio infettivo: l’Acinetobacter baumannii

Acinetobacter baumannii e rifabutina: il farmaco per la tubercolosi uccide il superbatterio farmaco-resistente. Lo studio…

7 ore ago

Cellule cancerose vanno in letargo, così resistono alla chemioterapia

Le cellule cancerose sono in grado di ibernarsi quando una minaccia come il trattamento chemioterapico…

8 ore ago

Conseguenze del fumo nei pazienti con Crohn e colite ulcerosa

I pazienti con malattia infiammatoria cronica intestinale (IBD) che fumano sigarette o che le hanno…

9 ore ago

Il suicidio aumenta in pandemia. Chiusa la psichiatria del Fabio Perinei-Ospedale della Murgia.

La psichiatria dell'Ospedale della Murgia ha chiuso da diverse settimane per fare posto a un…

9 ore ago