Saranno almeno 170 le assunzioni di infermieri previste nei prossimi due anni presso l’ospedale Moscati di Avellino, nel rispetto del piano triennale di fabbisogno del personale per fare fronte ai pensionamenti di un gran numero di operatori sanitari.

Questo è quanto anticipato dal Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera Angelo Percopo. Il primo obbiettivo sarà quello di ridurre le criticità riguardanti il pronto soccorso, riducendo le attuali criticità.

L’arruolamento di nuovi dipendenti permetterà di procedere alla sostituzione del personale in quiescenza nella misura del 100% entro la fine del triennio che si concluderà nel 2020.

Per il 2018 non vi sono state assunzioni per cui i posti disponibili potranno essere coperti nei restanti due anni.

L’attuale situazione del nosocomio campano appare disastrosa a livello di personale, con gravi carenze di organico che rendono proibitivo per tutti garantire l’assistenza sanitaria.

È sufficiente pensare che dal 2009 è in atto il blocco del turnover conseguenza del deficit della sanità campana che ha portato al commissariamento.

A breve inizieranno le procedure per le selezioni del personale e quindi per l’inserimento dei vincitori dei concorsi nell’organico del “Moscati”.

Simone Gussoni