Il ceppo italiano del Coronavirus è stato isolato dai ricercatori dell’Ospedale Sacco di Milano. A riferire la notizia è il professor Massimo Galli, direttore dell’Istituto di scienze biomediche, che ha illustrato i risultati del lungo lavoro di ricerca iniziato domenica scorsa e coordinato dalla professoressa Claudia Balotta con la collaborazione delle ricercatrici Alessia Loi, Annalisa Bergna e Arianna Gabrieli, precarie, insieme al collega polacco Maciej Tarkowski e al professor Gianguglielmo Zehender.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha diffuso i numeri dell’attuale epidemia: in Italia è coinvolto dall’epidemia del coronavirus lo 0,1% dei comuni, le persone in quarantena sono lo 0,089% della popolazione totale e il territorio italiano in isolamento è lo 0,01%.

Siamo passati da un rischio epidemia a una ‘infodemia‘ acclarata e in questo momento il rapporto con la stampa estera è preziosissimo”, ha spiegato Di Maio in conferenza all’Associazione Stampa Estera sull’emergenza coronavirus.

“L’Italia – ha aggiunto – è un paese affidabile. C’è una buona notizia: tutti i pazienti allo Spallanzani sono guariti”, mentre proprio dalla coppia cinese uscita dall’ospedale romano arriva il ringraziamento ai medici e agli infermieri italiani: ‘Ci hanno salvato la vita’.

Condanniamo tutte le speculazioni che qualche sciacallo sta facendo su gel e mascherine queste persone saranno punite“, ha assicurato il ministro.

Secondo il bilancio giornaliero del commissario Borrelli, sono 14 le persone morte, 528 quelle contagiate, 474 in assistenza, 278 in isolamento domiciliare, 159 ricoverate con sintomi e 37 in terapia intensiva.

Sono 42 le persone risultate positive al Coronavirus che sono poi guarite, secondo i dati comunicati oggi dalla Protezione civile, rispetto ai 528 contagiati complessivi. In Lombardia i guariti sono 37, 3 nel Lazio e 2 in Sicilia.

Dott. Simone Gussoni

Fonte: Ansa