Un progetto davvero speciale è stato rivolto ai piccoli pazienti ricoverati nel reparto di neonatologia dell’ospedale di Parma.

Un gruppo di membri dell’associazione “Donatori di coccole” si prenderà cura dei bimbi ricoverati nei momenti di assenza dei genitori.

I volontari offriranno abbracci, carezze, ninne nanne, bagnetti e pappe ai giovanissimi degenti fortemente bisognosi di contatto fisico.

L’esercito composto da 16 operatori è stato formato dagli stessi professionisti della salute del nosocomio e garantisce l’accudimento necessario per i neonati tre giorni a settimana, su indicazione di infermieri e medici dell’unità operativa.

“I bambini che sono da noi presentano quadri clinici complessi e per questo per loro sono necessarie attività complesse – afferma il direttore della struttura Serafina Perrone – dunque la presenza il più possibile continua rappresenta un supporto importante per permettere l’acquisizione di autonomia e stimolare lo sviluppo neuromotorio, per il quale il contatto e la relazione sono fondamentali”.

Simona Ciani, presidente dell’associazione Donatori di coccole, insieme alle volontarie Rosa, Flavia e Giuliana, sottolinea l’evidenza del beneficio della relazione ed esterna la soddisfazione di tutti i volontari per l’opportunità di portare la speciale donazione ai più piccoli del Maggiore.

La direzione aziendale e Rita Lombardini, dirigente assistenziale del dipartimento Materno-infantile, hanno voluto ringraziare tutti gli uomini e le donne che si prodigano per tale finalità.

Simone Gussoni