Il medico rischia il posto di lavoro per non essersi presentato al lavoro nella notte del 19 marzo.

Interruzione di pubblico servizio. Questo la motivazione con cui i carabinieri hanno denunciato la guardia medica di Primiero (Trento), che nella notte del 19 marzo scorso non si è presentato al lavoro. Quella notte alcuni pazienti erano giunti alla porta dell’ambulatorio per un’emergenza e avevano a lungo suonato il campanello per farsi aprire, senza tuttavia ottenere risposta. Riuscirono comunque ad attirare l’attenzione delle infermiere di turno, che li accolsero in Pronto soccorso.

Accertata l’assenza del sanitario e su direttiva della Centrale operativa di Trentino Emergenza, le stesse infermiere affissero un cartello che invitava l’utenza a rivolgersi all’ambulatorio di San Martino di Castrozza oppure a contattare il 112. E proprio da una chiamata al 112 sono partiti gli approfondimenti dei carabinieri e la conseguente denuncia. Ora la guardia medica rischia di perdere il lavoro.

Redazione Nurse Times

Fonte: www.trentotoday.it