In Puglia la prima fabbrica d’Italia che produce DPI

"Abbiamo realizzato in Puglia la prima fabbrica pubblica d’Italia, di proprietà della Regione, che produce DPI, i dispositivi di protezione individuale indispensabili per fronteggiare il…

“Abbiamo realizzato in Puglia la prima fabbrica pubblica d’Italia, di proprietà della Regione, che produce DPI, i dispositivi di protezione individuale indispensabili per fronteggiare il Covid19” annuncia con orgoglio il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

Quello del dipartimento regionale di Protezione Civile della Regione è un progetto nato nel periodo più duro dell’emergenza coronavirus, quando la carenza dei dispositivi di sicurezza era un problema grave e assolutamente urgente. Già da allora la Regione si era iniziata a muovere in autonomia. Ora arriva la fabbrica.

“È una fabbrica strategica, in grado di produrre a regime 15 milioni di mascherine FFP3 anche con valvola l’anno, 15 milioni di mascherine FFP2, 30 milioni di mascherine chirurgiche e camici, calzari, tute, copricapo” continua Emiliano sulla sua pagina Facebook.

La Protezione civile della Regione Puglia ha iniziato a realizzare la fabbrica durante il lockdown

La Protezione civile della Regione Puglia ha iniziato a realizzare lo stabilimento durante il lockdown, quando ci siamo resi conto della penuria di DPI sul territorio nazionale ed europeo. I lavori sono iniziati il 30 marzo 2020, con il recupero di un capannone a uso deposito di proprietà regionale che è stato ristrutturato con l’installazione di impianti energetici ad alto risparmio.

“All’interno sono state montate tre linee di produzione (una per le chirurgiche e due per FFP2 e FFP3), – spiega Emiliano – macchine a controllo numerico per il taglio e il confezionamento dei camici e la saldatura al nastro, oltre che per la sanificazione, stazioni di taglio e cucito, 26 postazioni per l’assemblaggio, magazzini e uffici gestionali, un laboratorio di prova per la verifica della qualità dei prodotti. Le linee di produzione sono di fabbricazione cinese, gli altri macchinari di produzione italiana e pugliese.

La missione di questa fabbrica è quella di fornire DPI, senza sostituirsi alle aziende private

“La missione di questa fabbrica è quella di fornire DPI, senza sostituirsi alle aziende private, per mantenere in sicurezza il sistema sanitario pugliese, le aziende strategiche e il sistema di protezione civile regionale, anche in caso di penuria di mercato.

“Mi auguro che questo lavoro tutto pugliese per mettere in sicurezza la nostra regione non serva, ma se dovesse servire noi saremo pronti a fronteggiare la seconda ondata del coronavirus” conclude il presidente.

Cristiana Toscano

Leave a Comment
Share
Published by
Cristiana Toscano

Recent Posts

Roma, il 15 ottobre la manifestazione nazionale degli infermieri: c’è anche Nurse Times

L'iniziativa, promossa dal sindacato Nursing Up, è in programma dalle 9 al Circo Massimo. Saremo…

19 minuti ago

Opi Trieste, finisce l’era Paoletti: si attende il nome del nuovo presidente

Dopo 15 anni, l'Ordine provinciale del capoluogo friulano cambia guida: per la successione si fa…

49 minuti ago

Coronavirus, Omceo Roma sull’aumento di casi nel Lazio: “Situazione sotto controllo”

Il presidente dell'Ordine dei medici capitolino, Antonio Magi, non concorda con l'allarme lanciato da Walter…

1 ora ago

Infermieri il 15 ottobre tutti insieme in una piazza unitaria: basta divisioni

Il 15 ottobre gli infermieri manifesteranno a Roma per rivendicare il loro diritto ad una…

2 ore ago

Mercato illegale dei farmaci online: oscurati 6 siti

Vendevano medicinali soggetti a ricetta medica e dispensabili soltanto da una farmacia Nuova operazione dei…

2 ore ago

Tumore al seno, al via “LILT for Woman – Campagna Nastro Rosa 2020”

Per tutto il mese di ottobre sarà possibile sottoporsi a visite senologiche gratuite presso le associazioni provinciali…

2 ore ago