Puglia, non consegnate 890mila dosi di vaccino antinfluenzale: Regione pronta ad azione legale contro Sanofi

Lo ha annunciato il direttore del Dipartimento Promozione della salute, Vito Montanaro.

“La Puglia è stata fra le prime regioni italiane ad avviare la gara d’acquisto dei vaccini antinfluenzali già dalla scorsa primavera, acquistando 2.100.000 dosi per la stagione 2020-21. Un quantitativo rilevante, se si pensa che negli anni passati venivano somministrati circa 6-700mila vaccini complessivamente”. Comincia così la comunicazione di Vito Montanaro, direttore del Dipartimento Promozione della salute della Regione Puglia.

“Ad oggi – prosegue – 1.050.000 dosi sono state già consegnate e somministrate dai medici ai loro assistiti. Manca la restante parte, perché una delle società farmaceutiche che doveva fornirci questi vaccini, la società Sanofi, non ha ancora consegnato 890.000 dosi, rispetto al quantitativo di 1.500.000 dosi aggiudicate. La suddetta società ha comunicato che per la Regione Puglia potrà reperire solo 37.000 dosi, che auspicano di riuscire a consegnare entro il mese di dicembre. Un quantitativo assolutamente risibile rispetto a quello pattuito”.

Quindi l’annuncio: “Per questa ragione ho chiesto a InnovaPuglia Spa, in qualità di soggetto aggregatore della Regione sulla gara per la fornitura di vaccini antinfluenzali, di intraprendere con urgenza ogni azione formale e legale utile al rispetto dei termini contrattuali, a tutela degli interessi della Regione Puglia e del Servizio sanitario regionale, nonché a risarcimento dei danni diretti o indiretti che potrebbero derivare”.

Non solo: “Inoltre ho invitato InnovaPuglia a intraprendere ogni azione per la ricerca di disponibilità delle dosi mancanti di vaccino antinfluenzale quadrivalente sia sul mercato nazionale e internazionale sia interpellando l’altro fornitore aggiudicatario, operando in entrambe le ipotesi in danno del fornitore inadempiente”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Straordinaria vittoria dell’AADI: a Bergamo ora si pagano gli straordinari

Un’infermiera bergamasca ha chiesto alla sede centrale dell’Associazione Avvocatura Degli Infermieri se fosse giusto che…

11 ore ago

Fascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei dati

In relazione alle notizie diffuse nei giorni scorsi, riguardo ad una presunta scadenza dell’11 gennaio…

11 ore ago

Fials: Oltre l’82% delle denunce Inail di contagio dei sanitari vengono da infermieri.

Ospedali inadeguati, subito messa in sicurezza Roma, 22 gen. – “Oltre l'82% delle denunce di…

11 ore ago

Il Fondo di solidarietà #NoiConGliInfermieri: cosa c’è da sapere

La Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche è stata costretta a sospendere, per una…

13 ore ago

Il test di Israele sul vaccino anti-Covid: una singola dose non basta

Israele ha vaccinato oltre un terzo della sua popolazione, record nel mondo, e sta misurando…

14 ore ago

Fisiologica al posto del vaccino COVID-19: indagano i NAS a Trento

Medici, infermieri, operatori socio sanitari. Tra le 47 persone che venerdì 15 gennaio si sono…

14 ore ago