L’iniziativa punta a supportare i genitori durante la crescita dei bambini.

All’interno dell’Ospedale di Stato della Repubblica di San Marino coesistono la Pediatria di base, il reparto ospedaliero, l’ambulatorio Urgenze ad accesso libero e un servizio di reperibilità notturna erogato direttamente dai medici pediatri.

In quest’ambito nasce, a fine 2016, un ambulatorio a gestione infermieristica con il proposito di sostenere e accompagnare le famiglie, fornendo loro informazioni e occasioni di confronto costruttivo. Il progetto è nato principalmente con due finalità: la prima è supportare i genitori nelle fasi di crescita dei loro bambini, in particolare dalla nascita all’anno di vita, con incontri di gruppo strutturati; la seconda è offrire supporto, attraverso colloqui individuali durante la “vita pediatrica” (0-14 anni), a tutti i genitori che ne fanno esplicita richiesta.

Nell’anno 2017 l’equipe infermieristica ha lavorato sulla formazione con aggiornamenti interni in team coi medici pediatri, aggiornamenti esterni e corsi di approfondimento presso l’Ospedale Meyer di Firenze. Al termine del periodo formativo le infermiere coinvolte nel progetto hanno lavorato alla realizzazione del materiale informativo destinato ai genitori, che tratta i principali problemi di salute nella prima infanzia (febbre, raffreddore e lavaggi nasali, tosse, vomito, diarrea e svezzamento).

Dal gennaio 2018 l’ambulatorio infermieristico è operativo nella sua totalità, e nel primo anno di attività, a fronte di 242 nuovi nati nel 2018, i colloqui individuali sono stati in totale 104, di cui 33 riguardanti l’allattamento, 40 lo svezzamento e 31 la puericultura in generale (disturbi del sonno, controlli di crescita, gestione del raffreddore, stipsi, controllo del moncone ombelicale,  gestione del pianto e coliche), mentre le presenze agli incontri di gruppo sono state 297. Le infermiere dell’ambulatorio infermieristico tengono i rapporti con i genitori sia attraverso il contatto telefonico sia attraverso la posta elettronica e, per quello che compete loro, gestiscono le richieste in completa autonomia.

Questa nuova proposta si inserisce in una rete di servizi dedicati alla nascita, in quanto il team infermieristico collabora in rete con altri professionisti sanitari che si occupano della salute dei bambini (ostetriche e pediatri). Il primo contatto con i futuri genitori avviene infatti durante i corsi di accompagnamento al parto, ed è proprio in quell’occasione che l’infermiera presenta la proposta di incontri post-parto al gruppo che accompagnerà fino all’anno di vita dei nascituri. Inoltre il pediatra, in occasione dei bilanci di salute, qualora riscontrasse la necessità di fornire un sostegno alla famiglia o di approfondire alcune tematiche di gestione del bambino o semplicemente di effettuare controlli aggiuntivi dei parametri di crescita, indirizza i genitori a questo nuovo servizio.

L’ambulatorio infermieristico pediatrico ha ottenuto, a inizio 2018, un riconoscimento importante da parte della Sip (Società italiana di pediatria), che ha invitato le infermiere che lo hanno ideato a presentarlo in occasione del Congresso regionale Sip Emilia Romagna “Mi piace… Pediatria: strategie d’insieme tra estinzione ed evoluzione”. Il progetto ha permesso di incrementare le competenze del personale infermieristico in ambito pediatrico e ha certamente favorito la collaborazione e il confronto con il personale medico, nel rispetto e nella valorizzazione reciproca dei ruoli.

Ercolani L., Gasperoni M., Signorotti N. e Zanca V.