Sanità, Speranza: “Sto lavorando a una svolta copernicana”

“Servono almeno 20 milioni – ha detto il ministro -. Se arriveranno nuove risorse, il Ssn deve essere il primo capitolo da finanziare”.

“Sto lavorando a grande piano su alcuni assi fondamentali. Serve una cifra dai 20 miliardi in su se vogliamo fare un’azione vera e reale di cambiamento copernicano sul Sistema sanitario nazionale”. Così, a Radio 24, il ministro della Salute, Roberto Speranza.

“Gli ambiti di intervento sono diversi – ha precisato il ministro –. Abbiamo bisogno di un grande investimento sulla sanità digitale, tema sul quale l’Italia è in ritardo. Abbiamo bisogno di investire sulla sanità del territorio, sui presidi ospedalieri. C’è poi il tema enorme che riguarda la nostra capacità come Paese di attrarre gli straordinari investimenti che si fanno a livello globale sull’industria farmaceutica. E c’è anche un grande tema tra sanità e ambiente. Penso che dobbiamo lavorare a un grande piano di rilancio del nostro Ssn e della nostra sanità pubblica”

.

Quali risorse usare? Speranza spiega: “A me vanno bene il Mes, il Recovery Fund, le risorse prese con le nostre aste ordinarie. Quello che non può accadere è che le risorse non arrivino. Penso che, se c’è una stagione in cui arrivano nuove risorse, il Servizio sanitario nazionale deve essere il primo capitolo da finanziare”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Puglia, concorso infermieri: ”Varie forme di pensiero dettate dai propri interessi personali.”

"Egregi Presidenti, Egregio Assessore alla Sanità - Regione Puglia, Egregi lettori e colleghi. Scrivo a…

2 ore ago

Straordinaria vittoria dell’AADI: a Bergamo ora si pagano gli straordinari

Un’infermiera bergamasca ha chiesto alla sede centrale dell’Associazione Avvocatura Degli Infermieri se fosse giusto che…

17 ore ago

Fascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei dati

In relazione alle notizie diffuse nei giorni scorsi, riguardo ad una presunta scadenza dell’11 gennaio…

17 ore ago

Fials: Oltre l’82% delle denunce Inail di contagio dei sanitari vengono da infermieri.

Ospedali inadeguati, subito messa in sicurezza Roma, 22 gen. – “Oltre l'82% delle denunce di…

18 ore ago

Il Fondo di solidarietà #NoiConGliInfermieri: cosa c’è da sapere

La Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche è stata costretta a sospendere, per una…

20 ore ago