Sentenza n°395/2019:“Igiene del paziente e mansioni alberghiere non competono all’infermiere in alcun modo”

Ulteriore sentenza n. 395 del 2019 emessa dal Tribunale di Bologna contro il demansionamento infermieristico. In allegato la sentenza

Un’ennesima conferma di come le attività domestico alberghiere e l’igiene dei pazienti non competano in alcun modo all’infermiere arriva dalla sentenza n. 395 del 2019 emessa dal Tribunale di Bologna

Ancora una volta i giudici ribadiscono come “le attività di igiene diretta sui pazienti, di pulizia dei lettini e delle barelle, dei pavimenti delle sale e di detersivo e manuale degli strumenti comuni di sala non appartengano ed anzi siano totalmente estranee al Profilo Professionale dell’infermiere.

I giudici, nella sentenza, hanno inoltre citato la declaratoria contrattuale del C.C.N.L. di riferimento, la legge n° 25/2000 ed il Decreto n° 739 del 14-09-1994, specificando come l’infermiere debba “avvalersi per l’espletamento di tali funzioni, di personale di supporto.


Tali mansioni spetterebbero dunque esclusivamente alle figure di supporto, riservando all’infermiere, definito come professionista intellettuale (art. 2229 c.c.) “che tale diventa a seguito di percorso universitario e laurea, le attività di prevenzione, assistenza, cura e riabilitazione.

Per i magistrati dunque il tanto amato (da alcuni colleghi) giro-letti, nulla avrebbe a che fare con la professione infermieristica. Un’attenta analisi della normativa e delle sentenze dell’ultimo ventennio sono state più volte citate, per tentare di convincere anche i più nostalgici amanti del rifacimento letti ad abbandonare la pala ed iniziare a denunciare il demansionamento.

Simone Gussoni

Allegato

Dott. Simone Gussoni

Il dott. Simone Gussoni è infermiere esperto in farmacovigilanza ed educazione sanitaria dal 2006. Autore del libro "Il Nursing Narrativo, nuovo approccio al paziente oncologico. Una testimonianza".

Leave a Comment
Share
Published by
Dott. Simone Gussoni

Recent Posts

In PS per una ferita al ginocchio: solo i carabinieri riescono a fermare Brozovic

Le aggressioni ai danni del personale sanitario in servizio negli ospedali italiani non giungono solamente…

6 ore ago

Lo studio BLAZE-2 di Eli Lilly

Parte un nuovo studio negli Stati Uniti che indaga l'efficacia dell’anticorpo monoclonale  LY-CoV555 per la…

12 ore ago

Glaucoma, speranze di nuove terapie da studio Usa

I ricercatori dell'Università del Maryland hanno isolato le cellule staminali nel nervo ottico, scoprendo che…

13 ore ago

Case della salute, la ricerca di Crea Sanità: “Modello incompiuto”

Il centro per la ricerca economica applicata in sanità ha condotto uno studio per conto…

14 ore ago

Antidiabetici, Zampa apre alla prescrizione dei medici di base. Anelli: “Soddisfatti. Ora tavolo Fnomceo-Aifa”

Il sottosegretario alla Salute ha risposto a un'interrogazione parlamentare in merito. Le sue dichiarazioni incontrano…

15 ore ago

Coronavirus, ecco i primi risultati dell’indagine sierologica condotta da ministero e Istat

L'iniziativa, in collaborazione con la Croce Rossa, può servire per realizzare successivi studi e per…

16 ore ago