Sexy infermiera per promuovere il party in discoteca:“Mancanza di rispetto per chi combatte il Covid-19”

Un’ennesima locandina che ritrae una presunta infermiera in abiti succinti è apparsa sui social e per le vie cittadine di Bergeggi, in provincia di Savona.…

Un’ennesima locandina che ritrae una presunta infermiera in abiti succinti è apparsa sui social e per le vie cittadine di Bergeggi, in provincia di Savona.

Una ragazza che indossa una cuffietta con croce bianca su sfondo rosso ed una mascherina chirurgica griffata “Kavaloca” appare in posa.

Ma la rabbia di molti infermieri indignati non è rimasta inascoltata. L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Savona è intervenuto tempestivamente intimando il locale di rimuovere tale immagine:

“Chiamare ‘Hospital Party’ un happening musicale e usare una modella in abiti succinti da infermiera è, oltre che una scelta di cattivo gusto, un grave segnale di mancanza di rispetto a tutta la nostra comunità, che ancora patisce i danni – fisici, morali, economici – della pandemia da Covid-19” spiegano in una nota.

“L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Savona condanna pertanto la campagna di lancio dell’evento in programma stasera chiedendo l’immediata rimozione del materiale pubblicitario in questione, che allude all’ospedale come un luogo di incontri e piaceri promiscui, laddove i nostri nosocomi sono ancora scossi dall’enorme quantità di lavoro e di dolore che hanno dovuto gestire in questi mesi, con gli infermieri in prima linea nella lotta al coronavirus. L’OPI di Savona ha già segnalato la pagina dell’iniziativa ai gestori dei più noti social network chiedendo opportuni provvedimenti a tutela di tutti i professionisti sanitari” concludono.

Immediata la replica dei proprietari della discoteca, che per scusarsi hanno deciso di devolvere parte del ricavato della serata proprio all’OPI di Savona:

Spett.le Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Savona,

con la presente la proprietà della discoteca “la Kava “ di Bergeggi si scusa per la indecorosa ed errata comunicazione che è stata pubblicizzata attraverso i social da un collaboratore esterno che, senza preventiva autorizzazione della proprietà, ha pubblicato il post con i contenuti e le immagini dalle quali la proprietà si dissocia in toto.

Ci scusiamo per non aver adeguatamente controllato e vigilato sul contenuto di quanto pubblicato, profondamente offensivo nei confronti della categoria professionale cui fa riferimento, che al contrario merita il nostro unanime plauso per il sacrificio affrontato nella emergenza COVID, e più in generale offensivo nei confronti di tutte le donne, ribadendo ancora una volta la nostra totale disapprovazione e smentita.

Abbiamo provveduto immediatamente alla rimozione dell’indegno post e ci scusiamo sinceramente per l’increscioso incidente.

A concreta conferma delle nostre scuse una parte dell’incasso della serata sarà devoluto a favore dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Savona.”

Dott. Simone Gussoni

Dott. Simone Gussoni

Il dott. Simone Gussoni è infermiere esperto in farmacovigilanza ed educazione sanitaria dal 2006. Autore del libro "Il Nursing Narrativo, nuovo approccio al paziente oncologico. Una testimonianza".

Leave a Comment
Share
Published by
Dott. Simone Gussoni

Recent Posts

Roma, il 15 ottobre la manifestazione nazionale degli infermieri: c’è anche Nurse Times

L'iniziativa, promossa dal sindacato Nursing Up, è in programma dalle 9 al Circo Massimo. Saremo…

11 minuti ago

Opi Trieste, finisce l’era Paoletti: si attende il nome del nuovo presidente

Dopo 15 anni, l'Ordine provinciale del capoluogo friulano cambia guida: per la successione si fa…

41 minuti ago

Coronavirus, Omceo Roma sull’aumento di casi nel Lazio: “Situazione sotto controllo”

Il presidente dell'Ordine dei medici capitolino, Antonio Magi, non concorda con l'allarme lanciato da Walter…

1 ora ago

Infermieri il 15 ottobre tutti insieme in una piazza unitaria: basta divisioni

Il 15 ottobre gli infermieri manifesteranno a Roma per rivendicare il loro diritto ad una…

2 ore ago

Mercato illegale dei farmaci online: oscurati 6 siti

Vendevano medicinali soggetti a ricetta medica e dispensabili soltanto da una farmacia Nuova operazione dei…

2 ore ago

Tumore al seno, al via “LILT for Woman – Campagna Nastro Rosa 2020”

Per tutto il mese di ottobre sarà possibile sottoporsi a visite senologiche gratuite presso le associazioni provinciali…

2 ore ago